foce

Goletta Verde: litorale laziale, le foci più inquinate

Qualche giorno fa sono arrivati i risultati delle analisi delle acque di Goletta Verde. I campioni d’acqua prelevati tra il 21 e il 28 giugno 2022, dai volontari e volontarie, sulle coste del Lazio. Il risultato? 15 punti su 23 campioni prelevati sul litorale laziale sono risultati oltre i limiti di legge.

I risultati arrivati sono stati l’occasione, secondo quanto dichiarato da Legambiente, per sottolineare la necessità di svolgere un lavoro costante nei monitoraggi delle nostre coste. Questo per assicurare un’informazione attenta sullo stato di salute delle coste e delle acque italiane.

Goletta Verde: la salute delle acque, le criticità

Se si osservano nel dettaglio i risultati dei prelievi, si individuano da subito delle criticità. Ricordiamo che i dati dell’Arpa sono quelli ufficiali, che determinano la balneabilità di un tratto di costa a seguito di ripetute analisi nel periodo estivo.

Le analisi dei volontari di Goletta Verde quindi possono essere considerate un’integrazione. In particolare l’obbiettivo è individuare le criticità dovute ad una cattiva depurazione dei reflui in specifici punti: foci, canali e corsi d’acqua. Questi sono il principale veicolo con cui l’inquinamento, generato da un’insufficiente depurazione, arriva in mare.

La criticità maggiore che si è registra è causata dalla presenza di batteri di origine fecale (Enterococchi intestinali ed Escherichia coli) dovuti alla scarsa o assente depurazione.

Le foci del Lazio “fortemente inquinate”

Ma quali sono le zone più inquinate secondo le analisi di Goletta Verde? Ecco di seguito le foci che risultano fortemente inquinate:

  • la foce del fiume Marta, al lido di Tarquinia (Vt),
  • la foce canale Via Aurelia altezza Km.64 nel comune di Santa Marinella,
  • la foce del Tevere nel comune di Roma,
  • la foce del canale altezza via Filadelfia (canale Crocetta) a Torvajanica, Pomezia,
  • la foce del Rio Torto e foce del Rio Grande, nel comune di Ardea,
  • la foce Verde (ponte Mascarello) e foce Rio Martino, provincia di Latina,
  • la foce del Rio Santacroce, in località Gianola a Formia,
  • lo sbocco del canale di scolo a sud della darsena, presso la marina, e quello a Scauri, presso la foce del Rio Recillo, nel comune di Minturno,
  • infine la foce del fosso in via Gibraleon incrocio viale Europa, nel comune di San Felice Circeo.

Le foci del Lazio “inquinate”

I punti che hanno ricevuto il giudizio di inquinato dalle analisi delle acque di Goletta Verde sono invece la foce del Fiume Arrone a Fregene, frazione del comune di Fiumicino (Rm) e la foce del canale Sant’Anastasia a Fondi (Latina).