H&M: World Recycle Week, fino a domenica porta in negozio il tuo usato

Fino a domenica 24 nei negozi monomarca H&M sarà possibile portare i propri indumenti usati. Lo scopo della campagna è quello di raccogliere in tutto il mondo mille tonnellate di prodotti tessili da avviare al riciclo ed evitare il loro arrivo in discarica, luoghi dove per lo smaltimento vengono impiegate risorse naturali (recuperando una sola maglietta si possono risparmiare 2.100 litri d’acqua).

Nel mondo ricco quello che non serve più si butta via anche se è ancora in buono stato. Riparare ci sembra un atteggiamento antiquato. Nei paesi poveri, dove le risorse sono scarse, si tende ad utilizzare ogni bene fino alla sua distruzione. Da noi perfino eliminare gli oggetti usati diventa un problema e una causa in più di inquinamento ambientale.

Si stima che una famiglia italiana media si disfi ogni anno di circa 20 kg di vestiti (senza considerare gli accessori) ormai superflui e che, di conseguenza, ne acquisti altrettanti. Vista questa propensione al consumo sarebbe giusto chiedersi da dove provengano le merci che portiamo a casa, quanti km hanno impiegato per arrivare fino a noi, quali siano le condizioni di lavoro degli addetti, quanti pesticidi sono stati utilizzati, dannosi per chi ha lavorato nei campi, per il pianeta e per chi li indosserà.

Intanto grazie all’iniziativa di H&M, che Eco in città vuole proporre oggi nella Giornata Mondiale della Terra, tutti possono aiutare il pianeta portando abbigliamento e tessuti usati, di qualsiasi marca e in qualsiasi condizione (anche calze spaiate o asciugamani vecchi o vestiti strappati) ricevendo in cambio buoni sconto.

L’azienda svedese ha coinvolto l’artista e cantante M.I.A. che ha girato un video musicale in esclusiva con la canzone “Rewear it”, per dare risalto all’impatto ambientale dei vestiti che finiscono nelle discariche della terra.

Video e approfondimenti al link http://www2.hm.com/it_it/free-form-campaigns-s03/6pd-world-recycle-week.html

di Marzia Fiordaliso