Il 25 marzo i leader europei saranno a Roma, mentre la UE è sull’orlo del collasso

Roma – Diseguaglianza e insicurezza sociale, diffuse a piene mani dall’austerità e da politiche ingiuste, alimentano culture e movimenti reazionari. Si moltiplicano razzismi, nazionalismi regressivi, muri, frontiere e fili spinati.

I migranti sono le prime vittime, insieme alla democrazia e ai diritti. Non c’è tempo da perdere. Chiediamo a chi è cosciente del pericolo di mettersi in gioco, di mobilitarsi, di partecipare.

Incontriamoci a Roma dal 23 al 25 marzo, dimostriamo che l’europeismo radicale è forte abbastanza da fermare i mostri della storia europea che paiono tornare.

Il 23-24 marzo: forum, iniziative e villaggio all’Università La Sapienza.

Info su http://www.lanostraeuropa.org/iniziative/

Sabato 25 marzo CORTEO per LA NOSTRA EUROPA da Piazza Vittorio alle 11:00 fino al Colosseo.

La Nostra Europa è una coalizione di associazioni, movimenti sociali, sindacati, organizzazioni e attori sociali.