IL CONTRIBUTO DI A2A PER MILANO: IL VALORE DELLE UTILITY PER LE COMUNITA’

E’ stata presentata a Milano, presso la Fondazione Corriere della Sera, la 4a edizione del Bilancio di Sostenibilità territoriale di A2A che rendiconta
le prestazioni ambientali, economiche e sociali del Gruppo sul territorio milanese nel 2019.
L’evento, organizzato in collaborazione con L’Economia del Corriere della Sera, ha visto la partecipazione di Anna Scavuzzo, Vice Sindaco di Milano, Marco Patuano, Presidente di A2A e Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A. Ospite dell’incontro Solitaire Townsend, climate optimist e sostenitrice di un approccio positivo alla sostenibilità. I lavori si sono conclusi con la tavola rotonda “Milano: motore della transizione verso un futuro sostenibile” a cui hanno partecipato Alberto Antonietti e Nino Tronchetti Provera.
Nella 4a edizione del Bilancio di Sostenibilità di Milano A2A ha riassunto impegni e risultati conseguiti nel 2019 focalizzati su 11 dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda ONU 2030 (SDGs). A2A è stata tra le prime aziende a definire, già nel 2016, una Politica di Sostenibilità ispirata agli SDGs con un piano di azioni e obiettivi concreti e misurabili.

A2A: VALORE PER L’ECONOMIA MILANESE
Nel 2019, nell’area metropolitana di Milano, A2A ha distribuito valore per 665 milioni di euro: 325 milioni di euro in forniture (di cui 84 milioni a beneficio di micro e piccole imprese) e 266 milioni di euro erogati come costo del lavoro ai 6mila dipendenti dell’area milanese.
Nel corso dell’anno sono stati 476 i nuovi assunti. Sono 195 i milioni di euro investiti nel 2019 per il mantenimento e lo sviluppo degli impianti e dei servizi al territorio, con un aumento del 7% rispetto all’anno precedente.

TRANSIZIONE ENERGETICA E CLIMATE CHANGE
L’impegno di A2A sul fronte della transizione energetica ha consentito a Milano, nel 2019, di evitare l’immissione in atmosfera di 415.000 tonnellate di CO2 grazie alle tecnologie impiegate nella generazione di energia elettrica e calore (termovalorizzazione dei rifiuti non riciclabili, recupero di calore di scarto da processi industriali, rinnovabili, cogenerazione).
Grazie al teleriscaldamento cittadino, che si estende per 343 km, sono state evitate 122mila tonnellate di CO2 e 100 tonnellate di NOx (ossidi di azoto). Nel 2019 il
teleriscaldamento è stato ulteriormente sviluppato con il progetto Balilla, che prevede il recupero di calore dai pozzi di regolazione della falda acquifera, e un impianto di nuova generazione con acqua a bassa temperatura che è stato reso disponibile presso il complesso abitativo di Merezzate.
La valorizzazione energetica dei rifiuti non riciclabili effettuata presso l’impianto Silla2 ha garantito il 57% dell’energia termica per il teleriscaldamento e il 18% dell’energia elettrica prodotta da A2A sul territorio, equivalenti al fabbisogno di elettricità per 115mila famiglie e riscaldamento per 37 mila famiglie.
Inoltre, sempre nell’ottica della lotta al climate change, A2A e ha definito un piano per la sostituzione delle caldaie a gasolio da attuare entro il 2023, in accordo con il Comune di Milano, per ridurre ulteriormente le emissioni e favorire il teleriscaldamento.
Nel 2019 A2A ha erogato 1.143 GWh di energia green ai clienti del territorio milanese.

MILANO CAMPIONE DELL’ECONOMIA CIRCOLARE
Il 99,7% dei rifiuti urbani raccolti nel 2019 sul territorio milanese è stato recuperato come materia o energia, azzerando il ricorso alla discarica.
Nel 2019 A2A ha investito ulteriormente nell’economia circolare realizzando un nuovo impianto per il trattamento della plastica a Milano (Muggiano), con una capacità di 45 mila tonnellate annue equivalente al fabbisogno del Comune di Milano e di quelli limitrofi.
Grazie alla collaborazione dei cittadini, le percentuali di raccolta differenziata nel 2019 hanno raggiunto il 67,4% in media nei comuni della provincia serviti e il 61,5% nella città di Milano. E’ stato inoltre attivato il Contatore Ambientale, uno strumento che quantifica i benefici ambientali della raccolta differenziata e di tutte le attività di riciclo e recupero dei rifiuti, comunicando ai cittadini i risultati del loro impegno. Lo scorso anno la raccolta differenziata dei milanesi ha permesso di produrre 10 milioni di felpe, 100 milioni di bottiglie di vetro, 440 milioni di scatole di cartone, 2 milioni di caffettiere moka, 22.000 tonnellate di
compost.

UNA CITTA’ SEMPRE PIU’ SMART
Sono 12.700 gli smart bin a Milano, i “cestini intelligenti” che grazie ai sensori consentono di monitorare da remoto il livello di riempimento ottimizzando i percorsi dei mezzi per lo svuotamento.
Grazie alla rete e-moving di A2A, nel 2019 sono state erogate oltre 118 mila ricariche per i veicoli elettrici, che corrispondono a 7,9 milioni di km percorsi a zero emissioni, con un risparmio di 945 tonnellate di CO2. È stato inoltre inaugurato un secondo E-Hub per la ricarica dei veicoli elettrici della flotta aziendale di Unareti, ed è proseguito il piano di sostituzione dei mezzi per la raccolta dei rifiuti: ad oggi, nel territorio milanese il 92% dei mezzi è a basso impatto, con un aumento di 159 unità rispetto al 2018.
Il Gruppo ha contribuito alla realizzazione di due Smart District, Merezzate e Cascina Merlata, con l’infrastruttura di comunicazione (reti wifi, rete IoT in radio frequenza, fibra) e l’installazione di telecamere, colonnine SOS e di sensori per misurazioni ambientali, per il monitoraggio dei consumi, per la termoregolazione.

L’ATTENZIONE AL BENESSERE DELLA COMUNITA’
A2A ha confermato il suo sostegno ad iniziative sociali, culturali, ambientali e sportive nel territorio di Milano erogando 2,6 milioni di euro in sponsorizzazioni, liberalità e contributi a teatri, associazioni e Fondazioni. È proseguito inoltre il supporto ai 7 progetti promossi da Banco dell’energia Onlus in provincia di Milano per la lotta alla povertà emergente.
E’ proseguito l’impegno del Gruppo per la diffusione della cultura della sostenibilità tra le giovani generazioni: più di 20 mila studenti e docenti sono stati coinvolti in attività di educazione ambientale e visite guidate agli impianti di Gruppo. Nel 2019, A2A ha distribuito, col patrocinio del Comune di Milano, 42.000 borracce a tutti i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado della città, come forma di sensibilizzazione al consumo consapevole e alla riduzione dei rifiuti plastici. Ancora assieme all’amministrazione comunale, A2A e AMSA hanno avviato #AmbienteaScuola, una campagna rivolta a tutte le scuole secondarie di primo grado milanesi sui temi della raccolta differenziata, della lotta allo spreco alimentare e ai cambiamenti climatici.

EMERGENZA COVID19: CONTINUITA’ DEI SERVIZI E SOSTEGNO AI TERRITORI
A2A ha garantito anche a Milano la continuità dei servizi essenziali alla comunità, insieme alla sicurezza dei suoi lavoratori. Sono state sospese le interruzione delle forniture di energia per morosità, concesse rateizzazioni e garantita la piena operatività dei canali di contatto gestiti da remoto (telefono, chat e web). AMSA ha avviato la sanificazione delle principali vie e piazze di Milano, per un totale di circa 3.000 km, e mantenuto regolare il servizio di raccolta differenziata. Presso l’impianto di selezione della plastica di Cavaglià (BI) – è stata avviata la stampa in 3D delle valvole “charlotte” per le maschere d’emergenza,
che sono state distribuite agli ospedali lombardi grazie alla Protezione Civile. Infine, A2A ha donato 800 mila euro al Fondo di Mutuo Soccorso del Comune di Milano, mentre la Fondazione AEM ha contribuito con 100 mila euro per sostenere le strutture ospedaliere del territorio milanese in prima linea nella gestione dell’emergenza (Ospedali Sacco, Policlinico e Humanitas).
A2A ha continuato ad assicurare un dialogo con i docenti e gli studenti tramite la piattaforma Edutv.a2a.eu, con eventi di formazione live da remoto e pubblicazione di contenuti per la didattica a distanza.