CityTree contro l'inquinamento dell'aria

Inquinamento dell’aria e arredi urbani anti-smog, il progetto City Tree

Come combattere l’inquinamento dell’aria in città? Non mancano le soluzioni green per contrastare i livelli sempre più alti di polveri sottili che periodicamente si registrano nelle principali città italiane, in testa Milano e Roma.

Tra pareti verticali verdi, pannelli vegetali o intonaci mangia smog sono tante le soluzioni progettate da diversi atenei e centri di ricerca, ma anche dalle aziende. Tra questi emerge City Tree, l’interessante ed innovativo progetto europeo firmato da Enea e Cnr, dall’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima, dal Consorzio proambiente.

Inquinamento aria: il progetto City Tree

Migliorare la qualità dell’aria è una battaglia che molte città italiane stanno portando avanti, anche con un certo successo, come avviene a Firenze dove sono state installate, in molte scuole, pareti verticali verdi.

L’ultimo progetto europeo City Tree è una vera novità nel campo della lotta all’inquinamento. Si tratta di un innovativo arredo urbano capace di contrastare la concentrazione di polveri sottili nell’aria. Un pannello prodotto dalla start-up tedesca Green City Solutions alto 4 metri, lungo 3 e profondo 60 centimetri, completamente ricoperto da due varietà di muschio, capace di assorbire fino a 240 tonnellate l’anno di anidride carbonica, come avere 275 alberi in città. Le due varietà di muschio utilizzato per ricoprire il pannello sono:

  • Lucobryum Glaucum Polstermoos, posizionato sulla superficie esterna del pannello, è più robusto e resiste alla luce solare;
  • Amblystagium varium Plattenmoos, inserito sul lato interno perché in grado di crescere anche con poca luce solare diretta.

I muri green che fungono da seduta si trovano già in diverse città d’Europa. In Italia invece per il momento ne è stato installato uno solo a Modena.

Per funzionare tutta la struttura è dotata di un sistema di irrigazione automatizzato, che sfrutta l’acqua piovana. Un rilevatore di temperatura e umidità garantisce la massima efficienza delle colture e il minore consumo di acqua.

Esempi di arredi urbani che fungono anche da mangia smog, già se ne vedono in diverse città italiane. Ad Alessandria per esempio sono presenti fioriere antismog, utilizzate nel centro cittadino e capaci di assorbire Pm10, Pm2,5 e Pm1.

Foto in evidenza: Enea