L’Erbolario: pelle abbronzata e protetta anche in inverno? Si può!

Non c’è dubbio: un viso abbronzato ha un aspetto più sano ed è sinonimo di estate, divertimento, relax… Allora non lasciarti avvilire dalla brutta stagione, rivivi anche in inverno la sensazione di benessere dell’estate!

Mantieni l’abbronzatura
Anche in inverno, è possibile riscoprire una pelle abbronzata e protetta naturalmente.
Il primo modo per assicurarsi un colorito ambrato è mantenere l’abbronzatura ottenuta durante la bella stagione. Prediligi, per esempio, una doccia tiepida rispetto al bagno caldo e usa un bagnoschiuma molto delicato per lavarti senza correre il rischio di lavare via anche il tuo colorito ottenuto così faticosamente!
È importante, poi, mantenere la pelle sempre ben idratata, con creme o, meglio ancora, con oli per il corpo che svolgono un’azione emolliente e nutriente.
Per prenderti cura della tua tintarella puoi provare anche uno scrub non aggressivo in grado di eliminare uniformemente le cellule morte e aiutare a mantenere viva l’abbronzatura.
È utile, infine, ricorrere a un cosmetico formulato ad hoc per mantenere e favorire il colorito anche durante la stagione invernale, da utilizzare come base prima della crema da giorno.

Protezione in ogni stagione e a ogni altitudine!
Per preservare il colorito, ti consigliamo di vivere il più possibile all’aria aperta: fa bene all’umore e anche alla pelle!
Se hai qualche giorno a disposizione, perché non trascorrerlo in montagna? Più si sale in quota, infatti, più il sole abbronza e non solo, abbronza anche più in fretta.
La parola d’ordine, però, deve essere una sola: protezione. Sì, perché in montagna manca la sensazione di calore e quindi non ci si accorge che il sole sta abbronzando la nostra pelle e il rischio è quello di rimanere scottati, letteralmente! Inoltre anche il riverbero della neve, così bianca e candida, può essere pericoloso.
Per questo è davvero importante scegliere sempre cosmetici che contengano un SPF (Sun Protection Factor), in grado di proteggere la tua pelle dai raggi UVA e UVB.
Che differenza c’è? I raggi UVA, che costituiscono circa il 95% della radiazione ultravioletta che arriva sul nostro pianeta, sono raggi presenti in ogni periodo dell’anno, anche durante le giornate nuvolose o di pioggia. Questi raggi, che agiscono in maniera silenziosa, raggiungendo la pelle e penetrando in profondità, sono i responsabili dell’abbronzatura transitoria, ma anche di effetti indesiderati, quali fotoinvecchiamento, rossori, macchie e, nel peggiore dei casi, lo sviluppo di tumori della pelle.
L’azione dei raggi UVB, invece, viene in parte bloccata dalle nuvole, ma nonostante ciò questi raggi sono in grado di provocare effetti spiacevoli sulla pelle, quali scottature, ustioni ed eritemi solari.
Ovviamente i solari L’Erbolario proteggono sia dai raggi UVA che da quelli UVB, consentendo così di sviluppare una buona abbronzatura e fornendo una protezione ottimale, anche in montagna ad alta quota!

E ora… qualche trucco!
Quando il sole è veramente pallido, puoi ricorrere a qualche trucco, nel vero senso del termine!
Innanzitutto puoi optare per una BB Cream o una CC Cream – sarebbe meglio con fattore di protezione SPF – che sanno donare al tuo viso un colorito uniforme e naturale.
Per riscoprire le tonalità ambrate di un viso abbronzato, puoi provare ad affidarti a una terra compatta oppure a un cosmetico autoabbronzante, che agisce favorendo in modo progressivo e naturale il colorito bruno dei tessuti.

Nel catalogo L’Erbolario puoi trovare tanti prodotti che fanno al caso tuo: non solo solari pensati specificatamente per esporti al sole, ma anche tante creme per il viso da usare tutti i giorni per proteggerti al meglio!

Altre news dai Punti Sostenibili (Archivio)

COMMUNITY E NATIVA SIGLANO UN “MEMORANDUM OF INTERDEPENDENCE”

Community Group, il gruppo fondato da Auro Palomba leader italiano nella consulenza strategica nella reputazione

Redazione 15-07-2019

Coldiretti sugli ultimi dati Istat: vacanze +35% agriturismi in Lombardia

Sono 1.688 gli agriturismi in Lombardia con un aumento del 35% rispetto al 2009. E’

Redazione 15-07-2019

Un grande successo per le Case dell’acqua di ACEA: bevi e ricarichi

Roma ha tante peculiarità e una su tutte è certamente la presenza delle fontanelle sparse

Redazione 15-07-2019

Radio Rock per i suoi 35 anni si regala la sostenibilità ambientale

Ha montato, presso la propria sede, un impianto di moduli fotovoltaici che consente alla storica

Redazione 12-07-2019

2° Conferenza nazionale delle Green City a Milano il 16 luglio

La 2^ Conferenza Nazionale delle Green City sarà dedicata al tema “Green city, adattamento climatico

Redazione 12-07-2019

#Usaegettanograzie: Legambiente contro l’inquinamento da plastica monouso

Sulle spiagge italiane incrociamo ben 10 rifiuti ogni passo secondo l’ultima indagineBeach litter 2019di Legambiente

Redazione 11-07-2019

FederBio rafforza la storica partnership con SANA

Quattro giornate all’insegna del biologico. FederBio consolida la tradizionale presenza a SANA con uno spazio

Redazione 11-07-2019

Lazio 5° Regione per illegalità ambientali, nel 2018 2.062 ecoreati, 5,6 ogni giorno

Roma – Alla presentazione del Rapporto Ecomafia 2019 di Legambiente si sono affrontati i caldi

Redazione 11-07-2019