L'Erbolario

L’Erbolario, primo posto come miglior insegna dell’anno 2022-2023

L’Erbolario si aggiudica il primo posto assoluto nella categoria Erboristeria & Benessere, sia come insegna fisica che web, nella quindicesima edizione del prestigioso riconoscimento che premia le insegne più amate dai consumatori, sia come retail fisico (per la sesta volta) sia come insegna web (per la terza volta).

L’azienda cosmetica lodigiana, leader nel settore della cosmesi di derivazione vegetale, è la più apprezzata dai consumatori italiani che, con i loro voti, l’hanno proclamata vincitrice assoluta di “Insegna dell’Anno”, per la terza volta.

L’Erbolario, i consumatori hanno espresso il loro giudizio

Insegna dell’anno è un progetto di ricerca sostenuto da centinaia di insegne retail, per disporre della più ampia rilevazione sul gradimento dei consumatori nei confronti dei propri negozi preferiti.
Ai consumatori viene richiesto di dare un voto da 1 a 5 a diversi aspetti, come prezzo, assortimento, accoglienza, competenza. In questa quindicesima edizione, ben 134.930 consumatori hanno espresso un totale di 241.833 preferenze certificate alle 550 insegne valutate.

Per noi de L’Erbolario si tratta di un riconoscimento importantissimo, una conferma che il nostro mantra “Il cliente viene prima di tutto” trova riscontro nell’apprezzamento e nella valutazione positiva di tantissime affezionate persone” afferma Franco Bergamaschi, fondatore del marchio – Non solo, i dati raccolti attraverso la preziosa indagine di Insegna dell’Anno ci offrono uno strumento utilissimo per migliorare la nostra offerta. Oggi, per esempio, i nostri sforzi sono sempre più tesi a offrire un servizio omnicanale, dove cioè il canale fisico e quello online lavorano in sinergia per offrire al cliente un’esperienza d’acquisto più che mai soddisfacente. Ne è un esempio il nostro servizio “Clicca & Prenota”, che consente di selezionare i prodotti online per poi ritirarli nel punto vendita scelto.

Quando cosmetica fa rima con etica

L’Erbolario, Società Benefit dallo scorso anno, fin dalla sua nascita, pone molta attenzione alle tematiche ambientali ed etiche. Ne è espressione la cura con cui seleziona nuovi materiali sempre più eco-compatibili, come la carta certificata FSC o la plastica derivata da fonti vegetali, e ancora l’approvvigionamento di materie prime equosolidali come il burro di karité e l’olio di Cocco. Al tempo stesso l’azienda si è sempre schierato a fianco di LAV (Lega Anti Vivisezione) per la messa al bando dei test cosmetici su animali, sia sul prodotto finito cosmetico che sulle materie prime. L’azienda di Lodi aderisce infatti, allo Standard Internazionale “Stop ai test sugli Animali” e tutti i suoi prodotti sono certificati da ICEA (Istituto per la Certificazione Etica Ambientale).