Linea Av/Ac Napoli-Bari: modello di infrastruttura sostenibile

Linea Av/Ac Napoli-Bari: modello di infrastruttura sostenibile al cc Le Porte di Napoli

I centri commerciali vengono letteralmente presi d’assalto durante le feste di Natale e non è facile per le persone: tanto meno per chi guida un autoarticolato che deve entrare in un cantiere che si trova a pochi metri dai negozi. Per questo motivo il Gruppo Webuild ha deciso di realizzare due tratte della linea AV/AC Napoli-Bari, ovvero la Apice-Hirpinia e la Napoli-Cancello.

Le due tratte vedono attualmente a lavoro più di 600 addetti tra diretti e indiretti e una lunga filiera di fornitori rappresentata da circa 500 aziende, di cui la maggior parte nazionali. “Il cantiere del centro commerciale Le Porte di Napoli – fanno sapere in Webuild, il colosso delle costruzioni che sta realizzando la Napoli-Bari – prevede una organizzazione maniacale, anche solo per pianificare come i mezzi devono entrare e uscire dal cantiere senza incidere sulla mobilità locale. Per fare un esempio, all’interno del cantiere, a due passi dai negozi, abbiamo realizzato 36 pali profondi 40 metri, che rappresentano la fondazione delle pile lungo le quali sarà costruita la linea dell’alta velocità”.

Quello del centro commerciale Le Porte di Napoli è uno dei primi casi di alta velocità ferroviaria che fa una fermata dentro uno shopping center, un modo per sostenere il commercio, il lavoro, lo sviluppo della comunità locale.