Maire verso la sostenibilità

Maire, a passo spedito attraverso il suo percorso di sostenibilità

Maire procede a spasso spedito attraverso il suo percorso di sostenibilità come si evince dal Bilancio 2022. Grazie a questi progressi il rating è migliorato da A ad AA per Morgan Stanley Capital International (MSCI); da Argento a Oro per EcoVadis; da 51,2 a 62,2/100 per Bloomberg ESG Disclosure Scores.

Maire crede in una solida governance in materia di sostenibilità, integrata a quella aziendale e basata su una crescente cultura ESG supportata dalla partecipazione dei dipendenti. Un approccio basato sul lavoro in team è la base della Task Force MET Zero per la neutralità carbonica, della Task Force sulla Tassonomia e del Gruppo di Lavoro su Diversità, Equità e Inclusione.

Il management di MAIRE è fortemente impegnato nella sostenibilità, integrata nei nostri obiettivi di business. Siamo focalizzati sullo sviluppo di un ampio portafoglio di soluzioni tecnologiche sostenibili per i nostri clienti e sulla riduzione dell’impatto ambientale dei nostri progetti integrati di ingegneria e costruzione. L’innovazione digitale, i programmi per supportare i giovani talenti nel percorso di crescita e il lavoro della Fondazione Maire Tecnimont nel promuovere una nuova cultura dell’ingegneria umanistica, sono alcuni dei modi in cui dimostriamo questo impegno –  ha dichiarato Alessandro Bernini, CEO di MAIRE.

Maire, i progetti portati a termine e quelli del 2023

Nel 2022 la società ha concretamente portato avanti numerosi progetti che vanno dall’adozione del piano per la neutralità carbonica al 2030 sulle emissioni di Scope 1 e 2 all’incremento del portafoglio tecnologico e di quello per la transizione energetica e la circolarità a supporto dei clienti. Incrementato anche il portafoglio di 2.041 brevetti, con 4 centri di innovazione.  Gli indicatori di salute e sicurezza hanno superato il benchmark dell’International Oil& Gas Procedures per il settore delle costruzioni. Sono state effettuate una media di oltre 33 ore di formazione per dipendente; implementata una nuova politica di Diversity, Equality & Inclusion e una nuova strategia fiscale.

Per il 2023 l’azienda intende continuare a migliorare:

  • la propria impronta carbonica con il massimo impegno verso la neutralità quanto agli scope 1&2 entro il 2030 con iniziative mirate sulle sedi dei propri uffici e sui cantieri;
  • ampliare il portafoglio di soluzioni per la decarbonizzazione, la circolarità e la riduzione dell’impatto ambientale;
  • formazione ad hoc per il personale orientato all’HSE, ricco nella diversità e multiculturalità;
  • ampliamento dei brevetti, tecnologie proprietarie e soluzioni digitali, in collaborazione con università ed hub di innovazione;
  •  contributo economico e sociale e valore condiviso nelle comunità dove Maire opera attraverso una catena di fornitura sostenibile, il local content, la responsabilità sociale d’impresa e le attività della Fondazione Maire Tecnimont;
  • apporto della forza trasformativa attraverso la condivisione della visione della strategia di sostenibilità all’interno del Gruppo, in ogni attività, progetto, Regione e catena di fornitura.