Maltempo pioggia nuvole

Ciclone atlantico sull’Italia: quando arriverà e dove colpirà il maltempo

I cambiamenti climatici hanno rinviato più a lungo del previsto l’arrivo del maltempo sull’Italia. Questo fine settimana però un ciclone atlantico attraverserà il Bel Paese, alzando il livello di rischio in diverse Regioni dello Stivale.

Stando all’allerta diffusa dai meteorologi il passaggio del ciclone atlantico, proveniente dalla Francia sudorientale, potrebbe riservare qualche spiacevole sorpresa. Il motivo sta nella particolare intensità delle raffiche di vento che accompagneranno i fenomeni temporaleschi.

Ciclone atlantico e maltempo, le Regioni più a rischio

Dalla Porta del Rodano, nel sud-est della Francia, il ciclone atlantico procederà verso il Mediterraneo con il suo bagaglio di pioggia e vento oltre i 60 km/h. I fenomeni temporaleschi assumeranno, in alcune zone, caratteristiche di particolare intensità.

Secondo i meteorologi è difficile da prevedere se le varie località saranno interessate da alluvioni “lampo” o da precipitazioni di durata maggiore. A completare il quadro di un clima sempre più mutevole è atteso anche un netto calo delle temperature, al di sotto delle medie stagionali, per un primo deciso assaggio del freddo invernale.

Sabato 19, rischio maltempo sul Centro Italia

È la giornata di sabato 19 quella indicata come a maggiore rischio meteorologico. Il ciclone atlantico colpirà soprattutto il basso Lazio e il centro-sud della Campania, dove cadranno fino a 70 mm d’acqua in appena 24 ore. Non sono esclusi alluvioni lampo e “bombe d’acqua”.

Sardegna e Sicilia avranno invece a che fare soprattutto con forti raffiche di vento, con intensità fino a 70 km/h. Nord Italia perlopiù risparmiato dal maltempo, a eccezione della parte più a sud dell’Emilia-Romagna e del Veneto.

Domenica 20, ciclone atlantico verso il Sud

Il quadro meteorologico dell’Italia è pronto a mutare velocemente tra sabato 19 e domenica 20 novembre.  L’avanzamento verso sud-est del ciclone atlantico libererà quasi completamente il Centro Italia dai suoi effetti, eccezion fatta per il permanere delle basse temperature.

Sud, Sardegna e Sicilia faranno ancora i conti con raffiche di vento di una certa intensità e tempo instabile. Al Nord Italia, in particolare Piemonte e Lombardia, il meteo riserverà temperature prossime allo zero e un’alta probabilità di assistere alle prime gelate.