Maltempo temporale

Maltempo a Napoli, danni al Vomero: prorogata l’allerta meteo arancione

È una Napoli ferita quella che si è risvegliata oggi dopo l’ondata di maltempo che si è abbattuta ieri. Temporali e vento forte hanno colpito soprattutto il Vomero, dove a venire travolta e trascinata via è stata l’impalcatura posta su un palazzo di via Aniello Falcone.

La strada è stata chiusa al traffico per procedere con i lavori di messa in sicurezza. A questo si è aggiunta la necessità di provvedere alla rimozione di diversi rami spezzati e finiti sulla sede stradale, ma anche alle valutazioni in merito a diversi cartelli pubblicitari divelti.

L’allerta meteo arancione di ieri ha mantenuto purtroppo le sue aspettative, con folate di vento fino a 100 km/h. L’impalcatura staccata dal maltempo era sita presso il civico 290. Scattate le indagini per appurare se l’incidente sia da attribuire unicamente alla forza degli eventi meteorologici o se ci siano responsabilità da parte della ditta che l’ha montata.

Vento permettendo, la strada dovrebbe riaprire nel corso della giornata di oggi. In piazza Cavour invece un albero è stato spezzato dalla furia del temporale e si è abbattuto su una delle auto parcheggiate, producendo per fortuna soltanto danni materiali.

Maltempo a Napoli, allerta arancione prorogata

L’evolversi delle condizioni di maltempo ha portato la Protezione Civile a prorogare l’allerta meteo arancione a Napoli. Città che continua a fare i conti con gli effetti del temporale di ieri, soprattutto nella zona del Vomero. Qui a preoccupare è soprattutto una gru abbandonata, che secondo i residenti si “piegherebbe” sotto la spinta del forte vento.

Sotto scacco è sempre via Aniello Falcone, ai cui margini si troverebbe una gru abbandonata da circa 10 anni. Da tempo non viene effettuato alcun tipo di manutenzione e i residenti temono una possibile tragedia. Installata per la realizzazione di un parcheggio interrato, la gru venne presto abbandonata. Come spiega Gennaro Capodanno, presidente del comitato Valori collinari:

Quella gru fu installata quando nacque il progetto per la creazione di un parcheggio di quattro piani per 112 box auto, che doveva essere realizzato da una società privata, parcheggio che poi non fu realizzato per l’intervento della magistratura.

Il maltempo ora aggiunge ulteriore preoccupazione ai timori già espressi dai residenti. È lo stesso Capodanno a invocare un pronto intervento delle istituzioni, allo scopo di restituire sicurezza ai cittadini:

Proprio per l’azione del vento oltre che di altri agenti atmosferici, alcune parti della gru potrebbero staccarsi cadendo rovinosamente a terra, con conseguenze immaginabili. Chiediamo pertanto che, analogamente a quanto avvenuto per l’altra gru che si trovava nell’area di San Martino, sempre al Vomero, e che finalmente dopo anni di denunce e battaglie, fu rimossa nell’aprile dell’anno scorso, vengano attivate tutte le procedure necessarie per la rimozione anche di questa seconda gru.