Matrimonio green

Matrimonio green: consigli utili per nozze davvero eco-friendly

Il matrimonio è uno degli eventi indimenticabili della vita e renderlo green lo trasformerà in un vero momento d’amore non solo per il partner ma per il pianeta intero. Stupirà gli ospiti, con un impatto deciso ma gentile. Sarà la dimostrazione che tanti piccoli gesti, anche nel giorno del sì, possono portare benefici e cambiamento. Una piccola rivoluzione verde.

E per chi si trova nella Capitale dal 6 al 9 ottobre torna RomaSposa 2022 al Palazzo dei Congressi con tutto il suo carico di novità e tendenze. Saranno 4 giorni dedicati ad abiti, location, intrattenimento, addobbi, bomboniere, acconciatura, make-up, foto e viaggi per trasformare le nozze in un evento a basso impatto. Anche l’annuale iniziativa dedicata agli sposi, infatti, ha deciso di inserire nelle sue proposte soluzioni eco.

Matrimonio green: come organizzarlo

Matrimonio girasoli

Sì, belle le nozze eco-friendly, ma vi chiederete se potete permettervele e soprattutto vi domandate chi può aiutarvi a capire come organizzarle. Ecco perchè abbiamo preparato una mini guida per supportarvi. Ma vi ricordiamo anche che Eco in città, oltre ad essere il vostro quotidiano online, è anche un archivio di 1700 ecopoint di Roma e Milano fra cui trovare ristoranti bio e vegani, botteghe equo e solidali, negozi dell’usato, agriturismi, tutti indirizzi che faranno al caso se avete deciso per una cerimonia sostenibile e, spesso, assai meno costosa.

I consigli per nozze eco-friendly

I suggerimenti vanno dall’abito da sposa agli addobbi per la chiesa, dal pranzo alle bomboniere, dalla lista di nozze ai confetti, dal trucco alle partecipazioni. La nostra redazione è a disposizione per approfondire con voi e fornirvi ulteriori suggestioni: in caso di dubbi o curiosità scrivete a info@ecoincoitta.it.

Abiti

Se un vestito da sposa in mater–bi, cioè prodotto con una fibra proveniente dal grano vi sembra troppo, potete noleggiarlo o rimodernare quello della mamma, o utilizzare almeno il velo ricamato a mano della nonna. Un’altra soluzione è l’acquisto di un abito dejà-porté in uno dei tanti negozi dell’usato in giro nelle città. Alcuni stilisti si stanno adeguando e ne propongono in canapa o cotone bio.

Addobbi floreali

Aumentano anche i costi dei fiori coltivati in serra ed è molto di moda un approccio naturale legato all’allestimento, quindi in primis composizioni per la chiesa e centrotavola (e per il bouquet ça va sans dire) con fiori e piante di stagione possibilmente coltivate in zone vicine e non provenienti dall’Africa via Amsterdam, il più grande mercato d’Europa per la floricoltura. Se poi si vuole dare una vera svolta usate materiali riciclati, fiori secchi e piante aromatiche che alla fine dei festeggiamenti gli ospiti potranno portar via.

Bomboniere

Un tempo al suppellettile in ceramica o in argento non si sfuggiva e le mensole di casa si riempivano di ninnoli da spolverare, oggi siamo più liberi e una bella figura si dimostra anche con un semplice cartoncino in cui si spiega che la somma con cui si sarebbero dovute comprare le bomboniere è stata devoluta ad un’associazione.

Se proprio si vuol lasciare un ricordo del proprio matrimonio green, oltre alla piantina citata, anche una bustina di semini acchiappa farfalle o api sarà gradita, oppure un oggetto del commercio equo e solidale per supportare le comunità più bisognose (molti progetti anche nel sud Italia) e dare a chi lavora una giusta paga. Piccoli oggetti artigianali fanno la loro figura: una bottiglietta di buon olio o di limoncello non stoneranno.

Chicchi di riso

Ora se uccidono o meno gli uccelli è una questione dibattuta da cui potremmo non uscirne mai, tuttavia perché lanciare agli sposi cibo che può essere consumato oltre al fatto sicuro che i chicchi rendono l’asfalto sdrucciolevole?

Confetti

Sono una tradizione artigianale italiana e se addirittura vogliamo sceglierli direttamente in fabbrica una gita a Sulmona (Aq), patria del confetto d’autore, non è una cattiva idea. Altrimenti il commercio equo e solidale viene in nostro aiuto confezionando i confetti in scatoline di cartone riciclato.

Lista di nozze

Possono essere pensate in un negozio dedicato al commercio alternativo o, perché no, in un’agenzia di viaggi solidali, dove le mete sono scelte secondo principi di giustizia sociale ed economica e nel pieno rispetto dell’ambiente e delle culture.

Make-up

Il trucco per la sposa è un must irrinunciabile, bisogna apparire al top delle nostre possibilità. La cosmesi green è, oggi, una concreta alternativa. Perché spalmare sul viso e sul corpo derivati del petrolio e dannose sostanze di sintesi quando tante aziende italiane si dedicano alla produzione di ombretti e fondotinta naturali? Potete cercare le erboristerie e le bioprofumerie della vostra zona per avere consigli live.

Partecipazioni

È importante, per un matrimonio green, scegliere il tipo di carta da utilizzare, quindi sì alla riciclata o alla canapa o alle alghe. Anche menu e segnaposto si possono realizzare in carta piantabile, un materiale ecologico, biodegradabile e sostenibile, in grado di germogliare e avere nuova vita diventando un fiore o una piantina, basterà solo un pò di terra, luce e acqua. La maggior parte delle tipografie possono darvi molti altri consigli.

Pranzo

Il favoloso mondo del cibo sostenibile: proviamo a suddividerlo in categorie. Tutto il biologico, ovvero pasti prodotti con materie prime provenienti da coltivazioni senza uso di pesticidi; il vegano cioè piatti cruelty-free (gli allevamenti intensivi, oltre a non essere certo rivolti al benessere degli animali, producono grandi quantità di CO2); menu a km zero realizzati con una maggioranza di cibo prodotti vicino al luogo dei festeggiamenti, esempio: vi sposate a Roma? Ecco il menu con prodotti Dop e Igp del Lazio. Nel nostro database online tanti indirizzi.