Metro ferma a Napoli 31 marzo e 1 aprile: ecco perché

Metro ferma a Napoli 31 marzo e 1 aprile: ecco perché

Giovedì 31 marzo e venerdì 1 aprile la metro di Napoli sarà ferma per le prove dei treni nuovi. Per questo motivo la Linea 1 sarà interdetta al pubblico dalle ore 09;30 alle ore 16:30, poi ci sarà anche un altro set di prove in altri due/tre giorni da concordare con i funzionari del Ministero e dell’Agenzia. Si legge nella nota ufficiale:

Dopo le prove dinamiche il treno dovrà effettuare 5000 km senza passeggeri, che si faranno senza interrompere la Linea. Poi potrà entrare in servizio. Il Comune ha ordinato in totale 20 treni e ne ordinerà altri 4. In deposito ve ne sono 8, mentre in Spagna, pronti per essere spediti in Italia altri 10; questo garantirà che si potrà gradualmente passare ad una frequenza molto ridotta.

Ecco nel dettaglio:

  • Ultime corse: da Piscinola: ore 09.16, da Garibaldi: ore 09.14
  • Prime corse alla ripresa del servizio: da Piscinola: ore 16.30, da Garibaldi: ore 16.28

Metro ferma a Napoli: le polemiche

Fa sapere Nino Simeone, Presidente della Commissione Mobilità, infrastrutture e trasporti del Consiglio comunale di Napoli:

Follia allo stato puro! Già il servizio pubblico napoletano è quello che è… ma adesso si decide pure di interrompere il servizio della metropolitana per due giorni? Ma per quale motivo? Si legge nel comunicato di Anm che si tratta di prove tecniche che vi assicuro, in tutto mondo (Giappone compreso) si effettuano soltanto di notte? L’assessore Cosenza deve intervenire subito con Roma e con questa nuova Agenzia del Ministero, altrimenti scriverò direttamente io al Ministro dei Trasporti che deve sapere di questa inutile “interruzione di pubblico servizio” e che ricordo ai più distratti essere anche reato! Sono sinceramente senza parole

Ricordiamo nel frattempo che è stata ufficializzata la Linea 10 della Metropolitana di Napoli che collegherà il centro della città e la stazione di Afragola Alta Velocità. Il Cipess, Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile, darà dei fondi per opere strategiche nella città partenopea, che interesseranno soprattutto la Linea in questione ed anche la Linea 6.