Metrotranvia

Metrotranvia, partono i lavori a Milano con i fondi del PNRR

In fase di inizio i lavori per la realizzazione della Metrotranvia 7 con il sostegno dei fondi Pnrr (86,3 milioni di euro complessivi): si parte con le tratte fra Cascina Gobba e il quartiere Adriano e tra via Fulvio Testi e il Pronto Soccorso Niguarda.

Con i suoi 14 chilometri la Metrotranvia Intequartiere Nord metterà in comunicazione tutti i quartieri nell’area di Milano Nord, collegando la stazione M2 di Cascina Gobba alla stazione FS Certosa e toccando altri importanti punti di interscambio del trasporto pubblico:

  • la stazione di Bovisa;
  • la M3 ad Affori;
  • l’ospedale Maggiore con la tranvia 4 verso Seregno;
  • la M5 a Bicocca;
  • le Fs a Greco Pirelli;
  • la M1 a Precotto.

Già funzionante la tratta compresa tra viale Fulvio Testi e via Anassagora, in fase di completamento tra Anassagora e viale Adriano e in fase di progettazione le tratte tra il Niguarda e via Durando e tra Villapizzone e Stazione Certosa FS.

Per quanto riguarda invece la terza tratta finanziata dal Pnrr, quella da piazza Bausan a Villapizzone passando da Bovisa FS, è appena stato giudicato l’appalto e si prevede la partenza dei lavori prima dell’estate. Per tutti e tre i lotti fine cantieri giugno 2026.

Nella nostra città entro due anni e mezzo – spiega Arianna Censi, assessora alla Mobilità – si aggiungeranno nuovi chilometri di traporto pubblico al servizio dei cittadini e delle cittadine per una mobilità efficiente e rispettosa dell’ambiente. La Metrotranvia Interquartiere Nord è un’opera attesa da tempo che consentirà di collegare i quartieri a nord est con quelli a nord ovest, senza per forza passare dal centro. Sempre grazie ai fondi Pnrr, con cui saranno acquistati 14 tram bidirezionali, le tratte saranno pienamente funzionali non appena terminate.

Metrotranvia, le fasi del cantiere

I lavori dureranno circa un anno e prevedono alcune modifiche alla viabilità e interventi temporanei per ridurre il più possibile problemi alla viabilità di Milano.

Il primo cantiere è relativo alla tratta che collega il quartiere Adriano con la fermata della M2 a Cascina Gobba: l’intervento prevede la realizzazione di un percorso di circa 1,3 km con tre fermate, una passerella di collegamento sul Lambro, una ciclabile che parallela alla Metrotranvia. Fondi comunali saranno utilizzati per un km di strada che connetterà la rotonda in uscita dalla tangenziale est con via San Mamete.

I lavori comportano anche l’abbattimento e la ricostruzione di una parte della rampa che da via Palmanova porta in tangenziale Est, direzione nord, per consentire di allargare il sottopasso di via Padova-via Rizzoli.

Le date delle strade chiuse

Dalle 22 di venerdì 16 febbraio fino alle 5 di lunedì 19 febbraio interdetto l’ingresso da via Palmanova in tangenziale in direzione nord attraverso l’attuale rampa. Per immettersi si dovrà utilizzare la viabilità alternativa che transita dalla rotonda di via Olgettina, debitamente segnalata.
Da lunedì 19 l’accesso sulla rampa di immissione in tangenziale sarà nuovamente consentito attraverso l’apertura di un varco provvisorio. Nello stesso periodo, il sottopasso di via Rizzolivia Padova, al momento a doppio senso, sarà percorribile solo in direzione nord, per cui anche in questo caso per raggiungere via Rizzoli si dovrà transitare dalla rotonda di via Olgettina.

Nel lotto tra via Fulvio Testi e il Pronto Soccorso di Niguarda sono attualmente in corso le attività di cantierizzazione e nei prossimi giorni ci sarà l’esecuzione della bonifica ordigni bellici, necessaria prima della costruzione di un’infrastruttura in una nuova sede priva di costruzioni. Il percorso di questo lotto sarà di circa 1,7 km con tre fermate.
Nel complesso saranno messi a dimora oltre 300 nuovi alberi e saranno sistemati ad area verde oltre quattro ettari di terreni.