M’illumino di meno, l’Italia si spegne all’insegna del risparmio energetico

Il 24 febbraio torna M’illumino di meno, la giornata dedicata al risparmio energetico. L’iniziativa, giunta alla tredicesima edizione, è promossa dal programma radiofonico Caterpillar e invita gli italiani a spegnere le piazze, le illuminazioni private e pubbliche. Negli anni sono stati spenti i principali monumenti italiani ed europei come gesto simbolico volto a promuovere il risparmio energetico.

Visto che la maggiore dispersione di energia è generata dallo spreco dei nostri consumi in tutti gli ambiti – alimentare, trasporti, comunicazione -, quest’anno M’illumino di meno invita anche a compiere un gesto di condivisione contro lo spreco di risorse. Io #CondiVivo è quindi il leitmotiv dell’edizione 2017: è sufficiente dare un passaggio in auto ai colleghi, organizzare una cena collettiva nel proprio condominio, aprire la propria rete wireless ai vicini e in generale condividere le proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.

I giovani sono i più sensibili al tema e sono un buon driver per far arrivare il messaggio agli adulti, per questo Caterpillar ha pensato anche al mondo della scuola e dell’infanzia proponendo di giocare a immaginare un supereroe del risparmio energetico. Anche il mondo dello sport è stato coinvolto chiedendo loro di mobilitarsi per il giorno di M’Illumino di meno organizzando attività sportive di sensibilizzazione perché l’energia più pulita è quella che si produce muovendosi senza inquinare.

Prossimo obiettivo dell’iniziativa e arrivare a far diventare M’illumino di meno un appuntamento fisso e riconosciuto istituendo la Giornata nazionale del risparmio energetico e degli stili di vita sostenibili.

Anche LifeGate, in collaborazione con Coop Lombardia, partecipa all’iniziativa lanciata da Caterpillar promuovendo la mobilità sostenibile. Al Supermercato del futuro presso il Bicocca Village di Milano verranno presentate due autovetture elettriche e le persone potranno approfondire gli aspetti positivi legati all’uso di un’auto elettrica. Sarà possibile seguire il racconto live dell’evento sulla pagina Facebook di LifeGate.

Il risparmio energetico in Italia
A fine 2015 l’Italia ha consumato circa 165 Mtep (milioni di tonnellate equivalenti di petrolio) di energia primaria, un valore inferiore ai 167 Mtep previsti per il nostro Paese dal Pacchetto europeo 20-20-20 per il 2020. Buona parte dei risparmi energetici raggiunti negli ultimi anni sono però dovuti ai mancati consumi di energia e agli effetti della crisi economica.

Non mancano tuttavia risparmi energetici reali, quelli ottenuti grazie agli investimenti fatti in efficientamento del nostro patrimonio edilizio e dei processi produttivi delle imprese. Chi investe di più in efficienza energetica è il settore residenziale con i suoi 3 miliardi di euro l’anno, contro l’1,8 miliardi di euro del settore industriale e produttivo. Secondo i dati contenuti nell’ultimo rapporto sull’efficienza energetica dell’Energy strategy group del Politecnico di Milano, gli investimenti negli ultimi 4 anni hanno seguito un trend positivo, passando dai 3,8 miliardi euro investiti nel 2012 ai 5,6 miliardi euro del 2015.

Nel complesso l’Italia nel 2015 ha investito 5,6 miliardi di euro in interventi di efficienza energetica. Il residenziale guida la classifica con il 53 per cento del totale degli investimenti, seguito dal comparto industriale (32 per cento) e in fine il settore terziario e uffici.

Nel 2015 il settore residenziale ha investito 3,3 miliardi di euro in interventi di efficienza energetica
Gli interventi di efficienza energetica nel settore residenziale
Il settore residenziale in Italia, che conta 12,2 milioni di edifici, ha investito circa 3 miliardi di euro in interventi di efficienza energetica. In particolare sono stati adottati sistemi a pompe di calore, il cui volume d’affari è aumentato di oltre il 50 per cento, arrivando a toccare 1,1 miliardi di euro. Anche gli interventi sull’illuminazione sono cresciuti in modo significativo con 450 milioni di euro di investimenti, grazie soprattutto al miglioramento della tecnologia led.

Le regole per risparmiare energia in casa
A parte spegnere le luci e gli elettrodomestici in occasione di M’illumino di meno, ogni giorno ognuno di noi può adottare accorgimenti di risparmio energetico, senza tuttavia compromettere la propria qualità della vita e il comfort di casa, ma al contrario risparmiando sulla propria bolletta elettrica. Per il riscaldamento, ad esempio, basta seguire alcune semplici regole per ridurre i consumi: la temperatura in casa non deve mai superare i 19 gradi, non chiudere mai i radiatori in mobiletti, evitare inutili dispersioni di calore. Ma in casa non solo il riscaldamento entra nella “voce energetica” del bilancio familiare, ci sono anche l’illuminazione, il condizionamento e gli elettrodomestici, per questo è importante seguire anche in questi casi semplici regole per la loro corretta gestione e facendo sempre attenzione all’etichetta energetica.