Missioni spaziali: fuggire dalla Terra o salvarla?

Il rapporto Brundtland della Commissione mondiale sull’ambiente e lo sviluppo (WCED) nel 1987 identifica per la prima volta il concetto di sviluppo sostenibile come uno sviluppo in grado di  soddisfare i bisogni del presente senza compromettere la possibilità delle generazioni future di soddisfare i propri. Per realizzarlo, sempre più il mondo della ricerca è impegnato a studiarne le possibili opzioni e il mondo delle imprese a metterle in pratica.
Le missioni spaziali, per anni vissute come aspetti pioneristici della nostra contemporaneità, stanno diventando un fattore prioritario per orientare le scelte evolutive. In questo campo l’Italia è
all’avanguardia e lo dimostra la recente missione VITA, che ha visto protagonisti l’astronauta Paolo
Nespoli e l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), insieme ad imprese e organizzazioni impegnate negli esperimenti sviluppati nel corso della missione.
L’acronimo VITA sta per Vitalità, Innovazione, Tecnologia e Abilità ed è stato scelto da ASI, che ha
fornito la missione attraverso un accordo bilaterale con la NASA. Il significato riflette gli esperimenti che Nespoli ha eseguito e la nozione filosofica del vivere nello spazio – uno dei posti più inospitali per l’uomo. Il vasto programma scientifico della missione VITA ha compreso esperimenti di biologia, fisiologia umana nonché monitoraggio dell’ambiente spaziale, scienza dei materiali e dimostrazioni tecnologiche. Tutti gli esperimenti hanno utilizzato il laboratorio “fuori da questo mondo” (compreso il laboratorio europeo Columbus) per migliorare la vita sulla Terra o per prepararsi alle future esplorazioni abitate del nostro sistema solare.
Planet Life Economy Foundation, nata nel 2003 e cresciuta per favorire lo sviluppo di valore durevole e di benessere nelle comunità, si pone la domanda: queste missioni hanno maggiore rilevanza per trovare nuovi spazi vitali ad una umanità in crescita smisurata, alludendo a migrazioni spaziali, oppure ci possono aiutare a comprendere meglio l’importanza di amare la nostra Terra modificando i comportamenti dannosi, a salvaguardia di tutte le specie viventi?
SIAM1838, partner di PLEF per la proposta formativa dell’Accademia della Sostenibilità, dedicata alle imprese di oggi e ai neoimprenditori di domani, ha compreso l’importanza di questa opportunità, decidendo di ospitare questo incontro-dibattito presso la propria sede, storico centro di civismo e di formazione, simbolo dell’orgoglio milanese al servizio delle comunità attente alla loro evoluzione.
Discuteranno sull’argomento rappresentanti istituzionali, scientifici e culturali della società civile.

22 marzo, ore 18.00, SIAM1838, Via Santa Marta 18, Milano.
Accesso gratuito su registrazione. Posti limitati.

Altre news dai Punti Sostenibili (Archivio)

ISS: a Roma la prima Carta Internazionale su clima e salute

Una Carta Internazionale firmata dai più importanti esperti su salute e clima è  stato l’obiettivo

Redazione 13-12-2018

Sei nuovi cuccioli di lupo nell’oasi di Castel di Guido a Roma

Sei nuovi cuccioli di lupo sono nati nell’oasi di Castel di Guido a Roma, nella

Redazione 13-12-2018

L’Italia cambia volto: più alberi e foreste, si riducono aree agricole, prati e pascoli

Aumenta il verde in Italia, in particolare per quanto riguarda gli alberi che in soli

Redazione 12-12-2018

Greenpeace: i cambiamenti climatici al Museo di Roma in Trastevere

I cambiamenti climatici sono ormai una devastante realtà con la quale dobbiamo fare i conti.

Redazione 12-12-2018

FESTAM – FESTIVAL DELL’AMBIENTE E DELLA CULTURA. Dal 14 nel V Municipio

Dal 14 al 23 Dicembre si terrà in vari luoghi del Municipio Roma V, la

Redazione 12-12-2018

Un milione di euro per salvare i boschi del Mediterraneo. Evento giovedì 20

Biodiversità, cambiamenti climatici, deperimento forestale… sono le parole chiave più che mai attuali di un

Redazione 11-12-2018

Rapporto Eco Media 2018: i risultati il 19 dicembre a Roma

L’ambiente e la sostenibilità fanno notizia? L’appuntamento è per il 19 dicembre, a Roma, presso

Redazione 10-12-2018