Smog Emilia-Romagna

Misure antismog in Emilia-Romagna: tornano i divieti

Le misure antismog in Emilia-Romagna sono tornate in vigore lo scorso 1 ottobre e cesseranno il 30 aprile 2023. Un modo per migliorare la qualità dell’aria nella Regione e quindi combattere l’inquinamento. Non solo. Il Pair (Piano Aria Integrato Regionale) vuole incrementare il rinnovamento tecnologico e l’adozione di comportamenti virtuosi da parte di tutti i cittadini.

Non solo divieto di abbruciamento dei residui vegetali, agricoli o forestali in tutti i comuni di pianura: le limitazioni a favore di un ambiente più pulito sono davvero tante. Ha commentato l’assessora regionale all’Ambiente, Irene Priolo:

Proseguiamo nella lotta all’inquinamento, lo facciamo contemporaneamente su più fronti e intervenendo in ambiti diversi.

Misure antismog in Emilia-Romagna

Per quanto riguarda le misure antismog in Emilia-Romagna, ricordiamo che le limitazioni di cui vi stiamo per parlare fanno riferimento ai centri urbani dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 18:30.

Innanzitutto fino al prossimo 31 dicembre divieto di circolazione per le vetture diesel fino a euro 3, nei Comuni con popolazione superiore a 30mila abitanti. A queste località si vanno a sommare quelle dell’agglomerato di Bologna e i tre comuni che hanno aderito volontariamente all’accordo Pair (Fiorano Modenese, Rubiera, Maranello). Inoltre fino a euro 2 compreso nei Comuni di pianura est e ovest dell’Emilia-Romagna con popolazione inferiore alle 30mila persone.

In tutti i Comuni di pianura il divieto riguarda anche i mezzi a benzina fino a euro 2 compreso, metano-benzina e Gpl-benzina fino a euro 1 compreso, ciclomotori e motocicli fino a euro 1 compreso.

Inoltre a partire dal prossimo 1° gennaio lo stop viene esteso ai veicoli diesel euro 4 nei comuni più grandi e ai diesel euro 3 nei comuni fino a 30mila abitanti. A questo proposito entra in vigore ufficialmente il servizio Move-In proprio nella stessa data. Confermate anche le quattro domeniche ecologiche al mese con estensione dei divieti alla circolazione previsti per i giorni feriali anche ai veicoli diesel Euro 4.

Misure antismog in Emilia-Romagna

Infine quando viene superato il valore limite giornaliero di PM10 per tre giorni consecutivi, è previsto il divieto alla circolazione dei diesel euro 4 (dal 1° gennaio anche euro 5). Quanto detto vale nei comuni con popolazione più alta di 30mila abitanti, più quelli dell’agglomerato di Bologna e quelli che hanno aderito in modo volontario.

Non sarà possibile nemmeno lasciare il motore acceso durante la sosta e fare falò, barbecue, fuochi d’artificio all’aperto. L’elenco completo dei provvedimenti è consultabile sul sito www.liberiamolaria.it.

Ma le misure antismog non terminano qui: non sarà possibile usare caldaie a biomassa legnosa fino a 2 stelle comprese nei comuni classificati non montani in caso di riscaldamento alternativo. Nei comuni di pianura la limitazione si alza fino alle caldaie a 3 stelle.

Misure antismog in Emilia-Romagna