mobilità elettrica

Mobilità elettrica: A2A amplia l’accesso alle colonnine di ricarica

A2A, attraverso la controllata A2A E-Mobility, firma l’accordo con Hubject. Obiettivo rendere fluida l’interoperabilità delle Stazioni di Ricarica aziendali per veicoli elettrici e permettere ai cittadini, italiani ed europei, di ricaricare nelle colonnine della propria rete.

Hubject è il primo operatore a livello globale di servizi di Roaming nel settore della mobilità elettrica, un consorzio di case automobilistiche e società attive nel settore degli spostamenti sostenibili.

Un passo avanti per la mobilità elettrica

La piattaforma Hubject può contare nel mondo su più di 200.000 punti di ricarica. I partner aderenti sono oltre 600 distribuiti in 3 continenti e da ora alla lista si aggiunge la nostra A2A. Su quali vantaggi potranno contare i clienti? Grazie alle varie app per la ricarica di qualsiasi Electro-Mobility Service Provider si potranno ricaricare i propri mezzi su tutta la rete messa a disposizione di A2A. Basterà visualizzare dal proprio smartphone la mappa delle Stazioni, le tariffe applicate, la potenza erogata e anche prenotare la colonnina. La prenotazione porterà ad un notevole risparmio di tempo, arrivare in una zona e trovare occupata la postazione non è piacevole sei si va di fretta.

La decarbonizzazione nel Piano Industriale di A2A

La rete A2A sarà dunque accessibile per un numero molto più ampio di utenti in Italia e Europa. Una collaborazione che è parte del Piano Industriale di A2A pensato fino al 2030 per promuovere la transizione ecologica attraverso un’opera di decarbonizzazione. Come previsto nel Piano, A2A E-Mobility installerà 24.000 nuovi punti di ricarica per veicoli elettrici su tutto il territorio nazionale. Gli investimenti prevedono una spesa di 300 milioni di euro.

Lo scorso maggio A2A E-Mobility aveva firmato l’accordo con MD, marchio italiano della GDO, per l’elettrificazione di ben 31 negozi che entro il 2023 arriveranno a 66.

Le prime infrastrutture di ricarica sono state previste in Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Sicilia, Sardegna e Toscana. Le colonnine saranno prevalentemente di tipo Quick Charge e Fast Charge Multistandard.