Mobilità sostenibile strisce pedonali

Mobilità sostenibile, anche Napoli aderisce alla campagna #città30subito

Associazioni e cittadini chiedono alle amministrazioni comunali di vivere in città dove la velocità è moderata, dove il concetto di mobilità sostenibile è chiaro e non astratto e dove strade e spazi pubblici sono fruibili in modo sicuro. Anche Napoli aderisce alla campagna #città30subito e dà appuntamento al flash mob di giovedì 23 febbraio, ore 18.30 alla stazione di Mergellina.

I decessi di pedoni e ciclisti aumentano in modo esponenziale e non resta altro che obbligare i mezzi a motore ad andare più piano. I soggetti coinvolti, FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta, Legambiente, Asvis, Kyoto Club, Vivinstrada, Salvaiciclisti, Fondazione Michele Scarponi, AMODO e Clean Cities Campaign fanno anche appello ad una legge nazionale che indichi una direzione univoca in grado di facilitare la nascita di città a 30km/h.

Mobilità sostenibile, flashmob in molte città

Nei prossimi giorni saranno numerosi i comuni, oltre Napoli, dove si organizzeranno i momenti di protesta civile e pacifica (Roma, Milano, Torino, Bologna, Firenze, Perugia, Pisa, Belluno, Fano, Ferrara, Jesi, Lecce, Lecco, Parma, Pesaro, Treviso). L’appuntamento, di sicuro impatto, sarà con le “strisce pedonali umane” in corrispondenza di tanti attraversamenti dove cittadini e biciclette passeranno in massa per chiedere cambiamenti nelle politiche della mobilità e informare le persone sui vantaggi del modello città 30.

Le iniziative sono accompagnate dalla pubblicazione di “Città 30 – Il vademecum”, un documento scientifico preparato dagli esperti delle associazioni promotrici e messo a disposizione delle amministrazioni pubbliche, che può essere scaricato qui.

Con #bastamortinstrada si inizia un lungo percorso che si spera possa presto dare un nuovo volto agli agglomerati urbani. Le realtà promotrici, infatti, sono già al lavoro per la stesura di una bozza del disegno di legge che presenteranno il prossimo maggio nell’ambito di un evento organizzato a Bologna.

Lo scorso 15 febbraio a Napoli era stato organizzato un maxi flash mob per chiedere il ripristino della Ztl di piazza Dante, un coro pronto ad unirsi per rivolgere all’amministrazione comunale guidata da Gaetano Manfredi parole decise “meno auto e più mezzi pubblici”.