Moscerine Festival

Moscerine Film Festival: il 27 e 28 maggio al Nuovo Cinema Aquila; schermo a misura di bambino

A Roma finora è mancato un festival di cinema interamente dedicato alle bambine e ai bambini. Ora il vuoto è stato colmato con il Moscerine Film Festival, il primo festival di cinema della capitale  dedicato ai più piccoli.

Entrare in una sala cinematografica e sedersi davanti a uno schermo gigante e farsi assorbire da una storia che si sviluppa tra parole, immagini e suoni può essere un’esperienza unica. Soprattutto se a farla è un bambino.

Il Festival al Pigneto

Promotrice del festival, che si svolgerà il 27 e 28 maggio al Nuovo Cinema Aquila, al Pigneto, è l’omonima l’associazione culturale Le Moscerine che da anni si occupa di sviluppare il potenziale creativo di bambine e bambini dai 0 ai 12 anni.

“L’associazione – spiega il direttore artistico del MFF, Steve Della Casa – ha, negli anni, focalizzato il suo interesse sul mondo delle immagini con corsi e laboratori di fotografia, film making, scenografia, costume cinematografico. D’altra parte l’alfabetizzazione dei bambini si baserà sempre di più su un corretto e consapevole utilizzo dell’immagine”.

Tutte le attività

A condurre in sala il Moscerine Film Festival, moderando i dibattiti e premiando i partecipanti, saranno proprio loro, i bambini. E sempre loro saranno i protagonisti del concorso competitivo di cortometraggi under 12 e del laboratorio di educazione all’immagine per bambini di 7-12 anni che costituirà le basi per produrre un backstage della manifestazione.

Sono previste diverse sezioni: Competitiva (cortometraggi under 12), Rassegne (bambini 3-12),  Laboratorio (bambini 8-12), Matinée (bambini 0-3).

Bambine e schermi

Chi parteciperà tra i volti conosciuti al Moscerine Film Festival

Non mancheranno i volti noti in questa prima edizione al Nuovo Cinema Aquila: alla direzione artistica di Steve della Casa fino alla madrina Margot Sikabonyi, attrice della serie tv “Un medico in famiglia” e protagonista, tra gli altri, del documentario “Tutte a casa”.

La giuria sarà composta dal regista Gabriele Mainetti, fresco vincitore di sei David di Donatello per “Freaks out”, dalla vicedirettrice di Rai Ragazzi Maria Mussi Bollini, dalla regista Nina Baratta, dalla produttrice Maria Fares, dalla regista e sceneggiatrice Wilma Labate, dall’attore Simone Liberati, dal montatore Gianluca Scarpa e dall’autore e presentatore Armando Traverso.

Tutto il festival, per i bambini e le famiglie partecipanti, sarà gratuito.

 

di Elena Sofia Midena