Piste ciclabili

Piste ciclabili, lungomare Caracciolo chiusa fino al 2 dicembre: ecco perché

Già la situazione delle biciclette a Napoli non è delle migliori, e ora arriva una ulteriore brutta notizia sul fronte piste ciclabili dal Comune di Napoli. Sarà chiusa la Pista ciclabile sul lungomare Caracciolo fino al prossimo 2 dicembre. Oltre un mese e mezzo di stop a causa dei lavori della società Terna per occuparsi della nuova pavimentazione del marciapiede lato mare.

Nel dettaglio la ciclabile sarà out nel tratto compreso fra piazza Sannazaro e via Galiani. Ovviamente subito è scoppiato il malcontento tra i cittadini, visto che non c’è un percorso alternativo per chi utilizza la bici come mezzo di trasporto principale in città. Non a caso si legge nella pagina Facebook ufficiale di Cleanap, associazione che si occupa di sostenibilità e social innovation:

Sapete che la pista ciclabile resta chiusa per due mesi su lungomare? Causa: nuova pavimentazione e sistemazione per l’ATP Tennis. Lo apprendiamo da una nota del Comune e mezzo stampa. Certo non si poteva volare, ma sicuramente si poteva provare a creare un percorso alternativo: invece, i ciclisti napoletani sono invisibili.

Eppure siamo tra le peggiori città italiane: secondo dati di Legambiente a Napoli Pm10 fuorilegge, pochi km di piste ciclabili, bassa l’offerta di trasporto pubblico e il 4,4% dei nostri guadagni l’anno spesi per costi sociali e sanitari legati all’inquinamento. Si tratta della città che ci meritiamo?

Piste ciclabili a Napoli: la situazione

Solo qualche giorno fa vi abbiamo parlato della situazione delle piste ciclabili nella città partenopea a causa di una protesta di bikers e società ambientaliste che chiedevano proprio maggiori strutture in città. Per questo motivo la notizia dello stop per la pista ciclabile sul lungomare Caracciolo non è vista di buon occhio dai residenti.

La mobilità green potrebbe aiutare Napoli in merito alla situazione ambientale, visto che si trova all’ultimo posto nella classifica delle grandi città europee per quanto riguarda i valori della qualità dell’aria. Il sindaco Gaetano Manfredi prenderà provvedimenti?