FS Park Umberto Lebruto

Nasce FS Park, un nuovo brand per il Polo Urbano del Gruppo FS – Eco dalle rotaie

A Roma Termini il lancio di FS Park, il nuovo brand del Polo Urbano del Gruppo FS che eredita da Metropark un’esperienza trentennale nella gestione dei servizi di sosta e che avrà come obiettivo quello di semplificare l’intermodalità, l’inclusività e la mobilità sostenibile intorno alle stazioni ferroviarie, permettendo di ridurre il problema della sosta nei centri urbani.

Il progetto prevede di aumentare gli hub di sosta a 250 aree in tutta Italia nei prossimi dieci anni, migliorando le 90 aree esistenti e creandone di nuove con spazi pensati per promuovere una mobilità più ecologica.

All’evento di lancio hanno partecipato il Capo del Dipartimento per le infrastrutture e le reti di trasporto del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti Enrico Maria Pujia, il Sindaco di Roma Capitale Roberto Gualtieri, insieme a Umberto Lebruto, Presidente di FS PARK, Andrea Destro, Amministratore Delegato di FS PARK, Giancarlo Zema, Presidente del Giancarlo Zema Design Group e Alessandro Labellarte, Presidente di AIPARK.

È un evento per noi molto importante. Il Gruppo FS, con le sue società Metropark e oggi FS PARK, ha realizzato questa piastra sfruttando il suolo pubblico già predisposto per le infrastrutture, capace di rendere intermodale il viaggio di ciascuno di noi. Il paradigma del nuovo parcheggio sarà completamente diverso, rivolto alla sostenibilità di tipo ambientale e al recupero di CO2 emesso. In tutta Italia tutti i nostri parcheggi avranno una concezione dal punto di vista infrastrutturale, progettuale e realizzativa completamente diversa – ha dichiarato il Presidente di FS PARK Umberto Lebruto nel corso del suo intervento.

FS Park, tutte le caratteristiche

Negli FS Park si potranno ricaricare i mezzi elettrici, si avranno percorsi pedonali diretti dalle aree di sosta verso le banchine ferroviarie e la vicinanza dei servizi del trasporto pubblico locale. Gli hub sono dotati di sistemi di gestione intelligente, di monitoraggio e di sicurezza, oltre che di soluzioni di efficienza energetica e di riduzione delle emissioni.

Punto di forza anche i posti rosa e quelli per i disabili, il car sharing e l’autonoleggio, oltre che il rilevamento delle targhe, la videosorveglianza e la possibilità di accedere alle aree di sosta con il telepedaggio.

Da oggi per i cittadini romani – ha spiegato l’AD di FS PARK Andrea Destro – sarà più facile prendere i treni. Ciò che cambia è il concetto di parcheggio, che diventa un’area intermodale dove trovare tutti i servizi ancillari alla sosta, dalle aree rosa alle colonnine di ricarica elettrica. Il nostro obiettivo è trasformare l’area di sosta in un vero e proprio parking hub, accessibile e integrato.

Il parcheggio di Roma Termini

Il maxi-parcheggio di Termini conta su 1.364 posti auto totali tra cui 26 posti per persone a ridotta mobilità, 18 posti rosa per donne incinte o con bimbi, 74 posti per motoveicoli e 8 stazioni per la ricarica. La superficie degli spazi per parcheggiare è circa 17.500 mq.

L’opera ha richiesto un investimento totale di circa 95 milioni di euro: 79 milioni provengono dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e 16 milioni da Grandi Stazioni Rail, società del Polo Infrastrutture del Gruppo FS.

Una delle novità che caratterizzano il parcheggio è l’impiego di theBreath®, tecnologia a impatto zero studiata per migliorare la qualità dell’aria realizzata da Anemotech. Il Pannello riesce a trattenere la CO2 filtrando l’ambiente e rendendolo più pulito.