Nuovi Samsung Galaxy S22, nel rispetto dell'ambiente

Nuovi Samsung Galaxy S22, nel rispetto dell’ambiente

Sono stati presentati i nuovi modelli di Samsung Galaxy, S22 e S22+ che riprendono linee e forme dei precedenti S21 mentre il Galaxy S22 Ultra è ispirato alla famiglia dei Note. Con questa serie comincia un nuovo percorso verso una maggiore sostenibilità nella produzione di dispositivi tecnologici di consumo.

Una parte dei pulsanti del volume e delle sezioni laterali interne dei cellulari in questione è infatti composta da materiale che deriva dalla lavorazione delle reti da pesca in disuso, recuperate dagli oceani. Il tutto fa parte del progetto Galaxy for the Planet, a sua volta messo dal brand di telefonia in un percorso più ampio che lavora al fianco dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile definiti dall’Agenda 2030.

L’azienda sudcoreana ha anche fatto una collaborazione con la Undp, il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo, con l’obiettivo di sensibilizzare le persone ad avere atteggiamenti adeguati nelle loro attività quotidiane, anche con l’utilizzo della tecnologia.

Altre news

Come fa sapere Giuseppe Milano, Segretario generale Greenaccord, secondo il rapporto “Global e-waste monitor 2020” delle Nazioni Unite nel solo tre anni fa è stato stabilito, a livello globale, il record di quasi 54 milioni di tonnellate di rifiuti elettronici generati, con un incremento del 21% in 5 anni e una media di oltre 7 kg per ogni abitante del pianeta. Con lo smart working, eredità immutabile dell’emergenza sanitaria, la domanda di apparecchiature elettroniche funzionalmente performanti ed economicamente convenienti, inoltre, è cresciuta esponenzialmente: per l’istituto di ricerca Counterpoint Technology Market Research gli smartphone ricondizionati hanno raggiunto il 10% del totale mondiale , pari a 120 milioni di apparecchi, per un valore di 17 miliardi di dollari.

Per le generazioni più giovani sono importanti anche i benefici ambientali integrati indotti dalla diffusione internazionale di tale tecnologia eco-compatibile. Le soluzioni ricondizionate, oltre a diminuire la produzione di rifiuti tecnologici, permettono di evitare l’immissione in atmosfera di oltre l’80% di CO2 e la devastazione di numerosi habitat naturali da preservare, invece, per la loro biodiversità.