Nuovo sondaggio europeo: 9 cittadini su 10 vogliono maggiori protezioni per gli animali

In netta opposizione con il recente parere dell’Avvocato generale, i cittadini dell’UE vogliono che tutti gli animali siano storditi prima della macellazione. Il 92% dei cittadini dell’UE intervistati desidera inoltre concedere agli Stati membri il diritto di adottare misure aggiuntive per garantire standard più elevati di benessere animale durante la macellazione, come risulta da un sondaggio d’opinione dell’UE-24.

I dati arrivano a seguito di un recente sondaggio, realizzato da Eurogroup for Animals con il sostegno di Animal Equality, che dimostra l’attenzione dei cittadini europei e italiani per il benessere degli animali.

L’attuale legislazione dell’Unione Europea stabilisce che tutti gli animali allevati a scopo alimentare devono essere resi incoscienti (storditi con l’elettricità, il gas o con una pistola stordente) prima di essere uccisi. Tuttavia, si fanno eccezioni nel contesto di alcune pratiche religiose. Queste pratiche molto spesso comportano l’uccisione degli animali con un coltello per il taglio della gola e il dissanguamento, pur essendo pienamente coscienti. La scienza ha dimostrato inequivocabilmente che tali pratiche causano grandi sofferenze agli animali.

Per questo motivo, alcuni paesi tra cui Slovenia, Finlandia, Danimarca, Svezia e due regioni del Belgio (Fiandre e Vallonia) hanno adottato regole più severe, senza eccezioni all’obbligo di stordimento degli animali prima della macellazione.

Tuttavia, nel settembre 2020 l’Avvocatura generale (AG) della Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha emesso il suo parere negativo. Questo parere informerà la decisione finale della CGUE che è attesa entro la fine del 2020.

Se la CGUE segue il parere dell’AG, diversi Stati membri rischiano di essere obbligati a modificare le leggi progressive introdotte nell’ultimo decennio per alleviare le sofferenze degli animali al momento della macellazione, e questo senza il dovuto rispetto per l’accettazione nazionale di tali misure, il progresso scientifico e il loro impatto sugli animali.

I risultati del sondaggio d’opinione promosso da Animal Equality mostrano in modo inequivocabile cosa pensano i cittadini europei della macellazione con lo stordimento:

Dovrebbe essere obbligatorio rendere gli animali incoscienti prima della macellazione – l’89% è d’accordo

I paesi dovrebbero essere in grado di adottare misure aggiuntive che garantiscano standard più elevati di benessere animale – il 92% è d’accordo

L’Unione Europea dovrebbe richiedere che tutti gli animali siano storditi prima di essere macellati, anche per motivi religiosi – l’87% è d’accordo

L’Unione Europea dovrebbe dare priorità al finanziamento di pratiche alternative per la macellazione degli animali in modo umano che siano accettate anche dai gruppi religiosi – l’80% è d’accordo