Pavimenti creativi e sostenibilità in città, di Rossella Sobrero, Presidente Ferpi e Koinetica

Nelle città che cambiano ci sono esempi interessanti di innovazione all’insegna di una creatività che molto spesso si coniuga con la sostenibilità.
Un esempio ci arriva da Londra dove la società Pavegen ha creato un sistema grazie al quale è sufficiente la pressione esercitata dai piedi su un particolare pavimento dotato di piastrelle smart, che consentono alla superficie di abbassarsi di pochi millimetri per poi ritornare al proprio posto, per trasformare l’energia cinetica prodotta in energia elettrica che può essere accumulata in batterie per il suo utilizzo in un secondo momento.
Ogni mattonella è in grado di generare fino a 7 watt per passo, energia sufficiente a far brillare per 30 secondi un lampione dotato di LED. Le piastrelle smart possono essere inserite nelle tradizionali pavimentazioni in luoghi d’aggregazione come scuole, discoteche e centri commerciali o lungo i percorsi pedonali cittadini. Se si considera che in un qualsiasi punto di una strada affollata si possono avere fino a 50.000 passi al giorno le potenzialità di questa tecnologia sono davvero interessanti. Per rendere i passanti consapevoli dell’energia prodotta, è stata studiata una app capace di calcolare il risparmio energetico generato da una semplice passeggiata. Inoltre, in base al punteggio ottenuto, le persone possono ottenere sconti nei negozi di vicinato.
Un esempio che va nella stessa direzione è quello della start-up sarda Veranu che ha portato in Italia una tecnologia integrata di pavimentazione sopraelevata che si installa cioè sopra i pavimenti esistenti: grazie alla tecnologia piezoelettrica, l’energia cinetica dei passi si trasforma in energia elettrica, un modo interessante per mettere in atto anche alcuni principi dell’economia circolare. La pavimentazione, infatti, è realizzata con materiali riciclati con un costo di produzione contenuto e con una riduzione delle emissioni di CO2.
Viene da chiedersi perché queste tecnologie non siano più diffuse: si potrebbe generare una grande quantità di energia elettrica pulita anche solo immaginando di installare pavimenti intelligenti nei luoghi più affollati di alcune città.

#pavimentigreen #creatività #innovazione #sostenibilità #smartcity #energiacinetica #tecnologiapiezoelettrica #economiacircolare