Pedaggio autostradale

Pedaggio Tir: dal 2024 i mezzi pesanti pagheranno sulla Firenze-Pisa-Livorno

Dalla Regione la decisione di far pagare il pedaggio ai Tir che transiteranno sulla Firenze-Pisa-Livorno dal 2024. Degli introiti se ne occuperà la futura “Toscana Strade”, il calcolo prevede 14 milioni di euro di incassi, circa il 70% di quello che si paga ora sull’Autostrada Firenze-Mare.  La società in house della Regione potrebbe in futuro gestire anche la Firenze-Siena.

Toscana Strade si occuperà anche della manutenzione ordinaria, straordinaria e delle opere di adeguamento in maniera più puntuale grazie alle nuove entrate. Non sono previsti caselli per i mezzi pesanti, ma un sistema a flusso libero con controllo satellitare delle entrate e 5 portali localizzati lungo la superstrada.

Pedaggio autostradale per i Tir

Il pedaggio potrebbe portare a un minor passaggio di camion sulle strade? Sarebbe auspicabile, le merci potrebbero usare i vagoni merci dei treni; sappiamo che il trasporto su rotaie comporta emissioni di CO2 di gran lunga inferiori rispetto a quello su gomma. Intanto il presidente Giani pensa già a come migliorare la sicurezza sulla Firenze-Pisa-Livorno:

Abbiamo ricevuto lo studio da Kpmg e quindi possiamo produrre al Consiglio regionale la base per il nuovo statuto, il cronoprogramma e l’iter di realizzazione della società Toscana Strade per avviare la fase operativa. La società nasce anche in collaborazione e in sinergia con Autostrade, perché Toscana Strade vuole diventare un po’ questo, la società autostrade della Toscana.

Nel primo periodo si concentrerà sulla Fi-Pi-Li, grazie a risorse interne, ipotizziamo il pedaggio per i tir, ma grazie anche finanziamenti della Regione, con un contratto di servizio, e finanziamenti nazionali. In modo da mettere insieme una società Toscana Strade che si preoccupi non solo di manutenere bene la strada, ma anche programmare nuovi investimenti e nuove progettazioni per rendere progressivamente più sicura la Fi-Pi-Li con le corsie di sicurezza e in alcuni tratti realizzare anche una terza corsia, penso ad esempio, a quel tratto che va dall’intreccio all’autostrada da Firenze Scandicci fino a Lastra a Signa oppure il tratto da Pontedera al bivio tra Pisa e Livorno dove in estate si creano le maggiori file.