People Mover

People Mover: nuovo stop a causa del maltempo

People mover si è fermato di nuovo. Il noto servizio della monorotaia aeroporto-stazione di Bologna ha di nuovo avuto dei problemi qualche giorno fa e “per ragioni tecniche è temporaneamente sospeso”. I collegamenti sono stati sostituti da autobus, tuttavia i clienti non sono rimasti soddisfatti da questo servizio.

Tutto è tornato alla normalità solo stamattina con una frequenza ridotta di 15 minuti, mentre poi dopo le 10:30 è tornata la frequenza normale ogni 8 minuti. Si legge in una nota di Marconi Express, la società di gestione:

Nella serata di lunedì, grandinata e forte vento hanno danneggiato alcune parti accessorie dell’infrastruttura. La situazione, tenuta sotto osservazione nella giornata di martedì, ha richiesto questa mattina la sospensione del servizio su monorotaia in modo da consentire il pieno ripristino delle componenti danneggiate. Marconi Express ha provveduto sul proprio sito a dare tempestiva comunicazione della sospensione del servizio su monorotaia; contestualmente, è stato attivato il servizio sostitutivo su gomma.

People Mover: la situazione attuale

In realtà ci sono ulteriori lamentele per quanto riguarda People Mover, visto che dallo scorso gennaio è anche aumentato il prezzo del biglietto. Neppure in un caso come questo, in cui gli utenti hanno dovuto attendere minuti interminabili in attesa della navetta sostitutiva, c’è stato un dietro front per quanto riguarda il costo del ticket. Servizio ridotto, ma biglietto allo stesso prezzo, senza possibilità di rimborso per chi ha perso le coincidenze.

Senza dimenticare i numerosi disservizi degli ultimi mesi. Proprio su questo tema è intervenuta persino la Procura di Bologna che aveva iscritto un fascicolo penale a carico di ignoti per il reato di cui all’art. 356 c.p. – Frode nelle pubbliche forniture:

Onde verificare la possibile rilevanza penale dei numerosi guasti che hanno caratterizzato il primo anno di esercizio, anche nella prospettiva della regolarizzazione del servizio e della garanzia della sicurezza dei trasporti.