Osservatorio PFAs

PFAS, il 20 aprile a Roma e l’11 maggio a Padova i convegni Fosan ETS

I PFAS sono sostanze chimiche altamente pervasive e persistenti, in grado di provocare gravi danni alla salute attraverso una contaminazione che può riguardare l’acqua, gli alimenti e il sangue di milioni di persone. Solo in Europa si contano 17.000 siti inquinati. Necessario e urgente adottare misure preventive e limitare il rischio di introduzione dei PFAS nella catena alimentare.

Se ne parlerà sabato 20 aprile a Roma e sabato 11 maggio 2024 a Padova, dove Fosan ETS – Osservatorio PFAS organizza il suo secondo convegno sui PFAS “PFAS: Valutazione del Rischio nella filiera agroalimentare dalla produzione primaria al confezionamento. Una visione One Health”.

PFAS, il programma dei convegni

Nel corso delle due giornate si discuterà delle Strategie di Gestione del Rischio nell’esposizione ai PFAS, degli approcci di Decontaminazione Biologica nell’Ambiente Agricolo, negli Animali da Reddito e della Popolazione e dello stato dell’arte degli studi di medicina finalizzati alla valutazione degli effetti sulla salute e le eventuali soluzioni per il recupero fisiologico della salute.

Agli eventi che hanno il patrocinio della Regione Abruzzo e dell’Istituto Zooprofilattico del Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, parteciperanno:

  • prof. Carlo Foresta, Presidente della Fondazione Foresta Onlus e componente del Consiglio Superiore di Sanità, nonché autore di numerosi studi sui meccanismi attraverso i quali l’inquinamento – in particolare quello relativo ai PFAS – inducono patologie nelle popolazioni esposte;
  • prof.ssa Chiara Maggi, Responsabile dell’Area Chimica del Centro Nazionale per la Rete dei Laboratori (CN LAB) di ISPRA;
  • prof. Andrea Mantovani, Responsabile Scientifico dell’Unità Operativa Alimentazione, Nutrizione e Salute – Dipartimento Sicurezza Alimentare, Nutrizione e Sanità pubblica Veterinaria dell’ISS e presidente del Comitato Tecnico Scientifico dell’Osservatorio PFAS;
  • Francesca Russo, Direttore della Direzione Prevenzione, sicurezza alimentare, veterinaria della Regione Veneto;
  • prof.ssa Rosa Draisci, Direttore del Centro Nazionale per le Sostanze chimiche, prodotti cosmetici e protezione del consumatore dell’ISS;
  • dott. Francesco Maria Bucarelli, Presidente di Fosan ETS;
  • dott. Andrea Di Nisio, biologo accreditato presso l’Università di Padova;
  • prof. Agostino Macrì, ex ISS;
  • prof. Luca Lucentini, Direttore di Reparto di Reparto di Qualità dell’acqua e salute dell’ISS;
  • Annegret Biegel-Engler dell’Agenzia Federale per l’Ambiente tedesca (UBA);
  • Elena Trapè di Confindustria;
  • Laura Principato di Innovhub – Stazioni Sperimentali per l’Industria.

La partecipazione al convegno è consentita sia in presenza che da remoto previa registrazione alla pagina dell’evento.

Cosa fa Fosan ETS

Fosan ETS è un’Associazione Scientifica senza scopo di lucro attiva nel campo dell’alimentazione e della nutrizione. Da Ottobre 2023 si dedica attivamente al tema della contaminazione da PFAS, istituendo nell’aprile del 2023 il primo Osservatorio PFAS in Italia. L’Osservatorio monitora la situazione a livello nazionale e internazionale, fornendo informazioni supportate da evidenze scientifiche e accreditate dal suo Comitato Scientifico.