Più alberi in città: l’impegno di Milano, di Rossella Sobrero, Presidente Ferpi e Koinetica

Rossella Sobrero è una comunicatrice, nel 2002 fonda Koinetica affiancando organizzazioni e imprese che hanno nella propria missione l’impegno per la sostenibilità, l’ambiente e il sociale.
Dal 2005 organizza eventi di rilievo nazionale come Il Salone della CSR e dell’Innnovazione Sociale. Nel 2015 ha contribuito alla nascita dei CSRnatives, network italiano di studenti appassionati ai temi dell’Agenda 2030. Da oltre 10 anni è docente di Comunicazione sociale all’Università degli Studi di Milano e insegna Marketing non convenzionale all’Università Cattolica. Tante le sue pubblicazioni, l’ultima nel 2018 edita da Egea è “Sostenibilità, competitività, comunicazione”. Dal 2019 è Presidente di Ferpi.

ARTICOLO

A volte sembriamo dimenticarlo ma il verde in città è un fattore essenziale per la qualità della vita delle persone. Proprio per migliorare il verde urbano Milano ha lanciato nel 2019 il progetto ForestaMi, una grande iniziativa che prevede la piantumazione nell’area metropolitana di 3 milioni di nuovi alberi entro il 2030.

ForestaMi è un progetto di forestazione urbana che richiede la collaborazione di tutti, dalle istituzioni alle imprese, dalle associazioni ai singoli cittadini. La fase di studio è stata realizzata dal Politecnico di Milano (responsabile scientifico Stefano Boeri) e finanziata da Fondazione Falk con il supporto del Gruppo Ferrovie dello Stato. La ricerca ha individuato le aree più adatte alla forestazione indagando in particolare le zone particolarmente colpite dagli effetti del cambiamento climatico.
Gli obiettivi sono infatti riuscire a mitigare l’effetto isola di calore che produce un innalzamento della temperatura in corrispondenza delle aree urbanizzate e ridurre i rischi da alluvioni. Inoltre, come dicono gli esperti, il posizionamento strategico degli alberi nelle aree urbane può ridurre la temperatura dell’aria da 2 a 8 gradi e gli alberi vicino agli edifici contribuiscono alla riduzione del 30% del consumo di aria condizionata e del 20% – 50% del consumo di energia per il riscaldamento.

ForestaMi è anche il nome del fondo voluto da Comune e Città Metropolitana di Milano e Regione Lombardia costituito presso la Fondazione Comunitaria Nord Milano per raccogliere i contributi non solo delle aziende ma anche i cittadini che vogliono partecipare al grande piano di forestazione urbana. Tra le prime imprese che hanno sostenuto l’ideazione e l’avvio del progetto ci sono Enel e Snam, attraverso la controllata TEP Energy Solution e la Fondazione Snam. L’iniziativa ha anche il sostegno della Fondazione Cariplo. Le risorse raccolte saranno gestite da un Comitato Scientifico che accompagnerà l’intervento di forestazione in collaborazione con i soggetti pubblici e privati coinvolti.

L’intervento avrà un impatto importante non soltanto da un punto di vista ambientale ma anche sociale ed economico: saranno incentivate nuove forme di partecipazione, stimolata la solidarietà, ingaggiati diversi attori, messe a disposizione risorse in grado di valorizzare le realtà presenti sul territorio e di rigenerare le relazioni tra le persone.
È possibile seguire l’avanzamento delle attività sul sito www.forestami.org.

#forestazioneurbana #cambiamentoclimatico #partecipazione #solidarietà #rigenerazione