Sobrero povertà abitativa

Povertà abitativa e rigenerazione urbana, di Rossella Sobrero – SOStenibili

In questi ultimi tempi si parla spesso di rigenerazione urbana ma ancora poco di povertà abitativa, un problema che riguarda soprattutto chi vive nelle grandi città e che richiede un nuovo impegno da parte di istituzioni, Enti del Terzo Settore, imprese.

Il ripensamento delle politiche abitative è a volte connesso a programmi di riqualificazione con il coinvolgimento di imprese che hanno fatto della sostenibilità un driver strategico e hanno compreso la necessità di collaborare con gli altri attori del territorio per migliorare la qualità della vita delle persone e delle comunità.

Povertà abitativa, il supporto di Leroy Merlin per chi è in difficoltà

Un’azienda impegnata in questo ambito è Leroy Merlin Italia che da tempo ha trasformato una semplice attività di volontariato d’impresa in un’iniziativa molto speciale: attraverso l’associazione “Bricolage del cuore” i collaboratori dell’azienda mettono a disposizione tempo, competenze, prodotti per migliorare la situazione abitativa di persone in difficoltà.  Un’altra iniziativa di Leroy Merlin è “La Casa Ideale”, realizzata con Yunus Social Business Center di Firenze, per sostenere le organizzazioni che si occupano di accoglienza e inclusione sociale. Gli Enti del Terzo Settore possono candidare progetti pensati per migliorare la gestione delle proprie strutture e rendere gli spazi più accoglienti e abitabili.

Il Gruppo Chiesi regala una casa per famiglie in stato di bisogno

Interessante anche una recente iniziativa del Gruppo Chiesi che ha messo a disposizione un ufficio di proprietà dell’azienda per trasformarlo in una casa per famiglie in difficoltà economica. L’appartamento sarà gestito da CSV Emilia che lo offrirà a chi ne ha bisogno affittandolo a un canone equo. Al dono delle mura l’azienda ha aggiunto 50.000 euro per i lavori di ristrutturazione: un gesto di solidarietà per contribuire alla crescita di una comunità più responsabile.

Urban Up di Unipol per il recupero della periferia

Un progetto diverso ma molto interessante è Urban Up di Unipol per il recupero, la trasformazione e la riqualificazione di alcune aree della periferia milanese. Oltre a rendere lo spazio urbano funzionale ed efficiente, l’intervento ha l’obiettivo di migliorare la sostenibilità della città e contribuire allo sviluppo del territorio. Un circolo virtuoso che recuperando ambienti in disuso o zone di periferia degradate, aumenta il benessere dei cittadini e rende le città più a misura d’uomo.

di Rossella Sobrero, Presidente Ferpi e Koinetica