freddo città

Meteo, calo termico e neve a Milano: le previsioni fino al 15 dicembre

Le temperature come ci si aspettava si stanno abbassando e le previsioni meteo dicono che a Milano è in arrivo il grande freddo. Un’anticipazione dell’inverno che è alle porte, tanto che nel capoluogo lombardo è atteso anche qualche fiocco di neve verso metà settimana.

Il Centro geofisico prealpino di Varese spiega che l’ondata di freddo che investirà la Lombardia, è traghettata verso il nord Italia da un nucleo d’aria di origine polare sospinto da un vortice depressionario. Una condizione meteorologica  che ha portato nei giorni scorsi piogge abbondanti e diffuse. Vediamo allora cosa succederà a Milano questa settimana per quanto riguarda le previsioni meteo.

Previsioni meteo Milano: calo termico e neve

Il territorio della Pianura Padana, almeno fino a giovedì 15 dicembre, sarà avvolto da un’aria fredda che sta facendo abbassare il termometro velocemente. Intanto è atteso l’arrivo di una perturbazione di origine atlantica che, secondo le previsioni, potrebbe portare anche una prima nevica in città. Il bollettino di Arpa Lombardia indica fiocchi già da oggi pomeriggio:

Neve fino a 300 metri di quota, con qualche fiocco a tratti anche sulla pianura, senza accumuli perduranti al suolo.

Le previsioni meteo ufficiali tuttavia indicano la giornata di mercoledì 14 dicembre come data più probabile per l’arrivo della neve a Milano:

Tra lunedì 12 e martedì 13 avremo un tempo a tratti fosco per nebbie e nubi basse, contestualmente a un clima decisamente freddo. Si verificherà poi un probabile nuovo peggioramento entro mercoledì, con precipitazioni nevose anche a bassa quota.

Per quanto riguarda la situazione di oggi lunedì 12 dicembre 2022, sono previste temperature molto fredde con gelate notturne. In montagna il termometro scenderà fino -8°C e  fino a -10°C intorno ai 2.000 metri di quota. In città invece l’Arpa regionale prevede temperature minime intorno ai -2°C, le massime si aggireranno intorno ai 6°C, salvo nelle zone dove nubi e nebbia persistono maggiormente.