Problemi con la Carta Smeraldo

Problemi con la Carta Smeraldo? Ecco la situazione attuale

Dopo qualche mese sembrano esserci sempre meno problemi con la Carta Smeraldo a Bologna: i cassonetti funzionano e solo uno su ogni 1.100 utilizzi ha dei malfunzionamenti. Un dato importante, visto che secondo alcuni c’erano dei problemi costanti. Ha dichiarato l’assessore comunale Simone Borsari in un question time:

Di sicuro, si andrà avanti sulla carta smeraldo. La normativa regionale impone obiettivi precisi anche in vista dell’introduzione della tariffazione puntuale

Si continua così con la Carta Smeraldo anche al Navile (a partire dal 16 maggio) e al Borgo Panigale-Reno (dal prossimo autunno). A portare a galla i problemi del servizio erano state le consigliere Samuela Quercioli (Bologna ci piace) e Manuela Zuntini (Fdi):

Le segnalazioni di malfunzionamento dei cassonetti con la carta smeraldo si susseguono da quando sono stati attivati e i conferimenti errati sono dovuti anche alla scomodità di questi cassonetti. […] Prendiamo atto che vuole andare avanti, anche se questi cassonetti hanno evidenziato forti criticità

Carta Smeraldo: come funziona?

Nelle zone della città in cui la Carta Smeraldo è attiva da mesi, la raccolta differenziata ha quasi raggiunto o addirittura superato il 70%, quindi sembra davvero un buon affare per il problema della raccolta differenziata. Ricordiamo che la card viene distribuita: se dopo tre passaggi la persona non si trova in casa e quindi non riesce a ritirarla, poi può trovare nella cassetta della posta le istruzioni per ritirarla direttamente. Vi ricordiamo come funziona il tutto:

  • Avvicinate la Carta Smeraldo al lettore, il cassetto si aprirà in automatico. Non importa strisciare, basta semplicemente avvicinarla.
  • Introducete il sacchetto ben chiuso in modo che entri correttamente per evitare di bloccare il cassetto.
  • Chiudete il cassetto schiacciando il pedale.

La Carta Smeraldo si può usare anche in modalità virtuale, grazie all’applicazione Il Rifiutologo, disponibile per il momento solo sugli smartphone con Android (versione 4.4 o superiore) e tecnologia NFC.