Mobilità: al via il progetto Mobility as a Service for Italy

Al via la rivoluzione dei trasporti che comincia da Milano, assieme ad altre tre città selezionate. Sarà il capoluogo lombardo a sperimentare le soluzioni innovative di trasporto locale MAAS4ITALY. Grazie al finanziamento di 10,3 milioni di euro messo a disposizione dal PNRR, Milano avrà  l’opportunità di introdurre nel trasporto locale l’innovativo concetto di mobilità.

Cos’è il progetto per la mobilità “Mobility as a Service for Italy”

Ma cosa si intende con MaaS? Si tratta di un nuovo modo di concepire la mobilità locale e prevede l’integrazione di molteplici servizi di trasporto pubblico e privato come e-bike, autobus, car sharing, treno, taxi, aerei, monopattini, tutti accessibili all’utente attraverso un unico canale digitale. Una digitalizzazione dei servizi dedicati al trasporto pubblico, che operano attraverso “piattaforme digitali di intermediazione”, in grado di rispondere in modo personalizzato alle esigente dell’utente.

I servizi digitali sono pensati per facilitare l’accesso alle modalità di trasporto anche per le fasce più deboli della popolazione; queste tipologie di servizi digitali assicurano una maggiore accessibilità, multimedialità e sostenibilità degli spostamenti.

Il progetto Maas inoltre è stato selezionato per la sperimentazione di un “Living lab”; si tratta di un sistema che integra processi di ricerca e innovazione in condizioni reali. Si comincia con una sperimentazione sulle linee di trasporto e in particolare la linea 90-91. Gli obbiettivi da raggiungere sono tre: connettività, inter-modalità e fabbisogni dei cittadini.

Maggiori informazioni sul progetto di mobilità Mobility as a Service for Italy sono disponibili qui.