Raccolta carta

Raccolta carta: Bologna ultima in Emilia-Romagna

Non ci sono buone notizie per la raccolta carta 2021 a Bologna: il capoluogo emiliano è infatti l’ultimo nella classifica delle province della regione Emilia-Romagna. Questo è quanto emerge dal ventisettesimo Rapporto Annuale sulla raccolta differenziata e riciclo di carta e cartone in Italia diffuso da Comieco, Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica.

Lo scorso anno in Emilia Romagna sono state raccolte e avviate al riciclo più di 390mila tonnellate di carta e cartone per un aumento del 5,6% rispetto al 2020. Ricordiamo che anche due anni fa la regione aveva il primato nazionale per la raccolta carta.

Raccolta carta 2021: Bologna maglia nera in Emilia-Romagna

In merito alla raccolta carta 2021 Comieco ha gestito direttamente l’avvio al riciclo di 243.561 tonnellate di carta e cartone, pari al 62% della raccolta totale. Ecco i dati nel dettaglio di ogni provincia:

  • Provincia di Bologna: raccolte più di 81.000 tonnellate di carta e cartone con un pro-capite di appena 80 Kg;
  • Provincia di Forlì-Cesena: oltre 33.000 tonnellate raccolte, pro-capite di 85,1 kg/ab-anno;
  • Provincia di Ferrara: quasi 29.000 tonnellate di carta e cartone raccolte con un pro-capite di 84,4 Kg
  • Provincia di Modena: 58.631 tonnellate con una media pro-capite di 83,2 Kg/ab-anno;
  • Provincia di Piacenza: raccolta che sfiora le 29.000 tonnellate con pro-capite di 101,4 Kg;
  • Provincia di Parma: quasi 39.000 tonnellate di carta e cartone raccolte, pro-capite di 85,9 Kg;
  • Provincia di Ravenna: oltre 34.000 tonnellate raccolte con un pro-capite di 89 Kg/ab-anno;
  • Provincia di Reggio nell’Emilia: 56.353 tonnellate raccolte e il pro-capite più alto della regione di 107,1 Kg;
  • Provincia di Rimini: poco più di 32.000 tonnellate raccolte con un pro-capite di 95,4 Kg/ab-anno;

A livello globale lo scorso anno i dati sono positivi per la raccolta di carta e cartone: più di 3,6 milioni di tonnellate di materiale cellulosico sono stati differenziati in tutta Italia con i volumi totali di raccolta comunale in incremento di oltre 110.000 tonnellate (+3,2%) e la media pro-capite del Paese supera per la prima volta i 60 kg/ab.