Raccolta differenziata

Raccolta differenziata, la nuova campagna di Amiat Gruppo Iren e Città di Torino

È appena partita la nuova campagna di sensibilizzazione sulla corretta raccolta differenziata di Amiat Gruppo Iren e Città di Torino. Si intitola “La differenziata, fatta male, genera mostri”, dove per mostri si intendono i rifiuti “anomali” mischiati nel medesimo sacco della spazzatura.

L’iniziativa ha come obiettivo quello di cambiare i comportamenti dei cittadini e aiutarli nel corretto smaltimento. Tra i principali errori degli utenti il mix di rifiuti che impediscono poi l’avvio del materiale al processo di riciclo.

Raccolta differenziata come eliminare gli errori

Peperattolo

La campagna è declinata su tre errori piuttosto diffusi:

  • il cartone della pizza unto gettato nel bidone raccolta carta;
  • la latta insieme all’organico;
  • gli oggetti di ceramica conferiti nel bidone del vetro.

Ecco allora il “Pizzone” (organico e carta), il “Peperattolo” (organico e latta non differenziati), la “Tazziglia” (ceramica e vetro).

Pizzone

La campagna AMIAT “La differenziata, fatta male, genera mostri”, diffusa dallo scorso 30 gennaio 2023 si sviluppa su diversi canali di comunicazione: affissioni statiche e dinamiche in vari formati, advertising e contenuti digitali. La società del Gruppo Iren da oltre cinquant’anni gestisce ed eroga in modo integrato i servizi di igiene del suolo, raccolta e smaltimento dei rifiuti nel capoluogo piemontese; adotta i principi dell’economia circolare e dell’ecologia, rispondendo alle sfide di tutela del territorio e della salute pubblica:

Gli sforzi che la Città e AMIAT hanno fatto e faranno per aumentare la raccolta differenziata sono inutili senza la fattiva collaborazione dei cittadini – commenta Paola Bragantini, presidente Amiat Gruppo Iren – per questo è importante non dare per scontato nulla e tornare a spiegare che i cattivi comportamenti generano mostri. La raccolta differenziata fatta bene aiuta la Città ad essere più bella e sostenibile.

Rafforzare la coscienza civica e l’attenzione all’ambiente è un tassello indispensabile nel percorso intrapreso verso una città più sostenibile – commenta l’assessora alle Politiche per l’Ambiente Chiara Foglietta – Per questo è importante continuare a creare occasioni per sensibilizzare la cittadinanza su questi temi e insieme lavorare d’intesa con AMIAT, come stiamo facendo, per migliorare l’efficienza del servizio. Una raccolta di qualità – conclude l’Assessora – è imprescindibile per il recupero, il riciclo e il futuro reimpiego dei materiali, che ne estenda il ciclo di vita.