Risparmio energetico interruttore

Risparmio energetico in casa, come fare

I rincari nei costi della benzina, del gas e dell’elettricità stanno rendendo il risparmio energetico in casa un tema di forte attualità. L’aumento dei prezzi sta mettendo a dura prova le famiglie, che possono provare però a contenere le spese con alcune indicazioni e consigli utili su cosa fare.

Si tratta di indicazioni relative a vari aspetti della vita quotidiana, dall’utilizzo del computer fino a quello di condizionatori e altri apparecchi domestici. Il grande caldo estivo e il freddo invernale sono spesso causa di un utilizzo intenso di elettrodomestici per il riscaldamento o il raffreddamento, con grande dispendio energetico. Vediamo insieme come variare le abitudini quotidiana in modo da alleggerire i consumi e le bollette.

Risparmio energetico in casa, elettricità

Partiamo da una delle fonti energetiche più utilizzate in casa, l’elettricità. Computer, condizionatore d’aria, forno elettrico ventilato o a microonde, ma anche lavatrice, lavastoviglie, smartphone e altri ancora; sono soltanto alcuni esempi di quelli che sono gli apparecchi che possono essere alimentati elettricamente.

In alcuni casi si tratta di prodotti dall’alto potenziale energivoro, quindi da gestire con molta attenzione per evitare sprechi e poco graditi aumenti in bolletta. Vediamo qualche consiglio utile per contenere i consumi dei più utilizzati.

Lampadine LED e illuminazione domestica

Lampadine LED

Il progresso nella tecnologia dell’illuminazione domestica ha portato all’utilizzo sempre più preferenziale delle lampadine LED, il cui impatto sulla bolletta è inferiore rispetto alle altre soluzioni presenti sul mercato.

Ricordarsi in ogni caso di spegnerle una volta lasciata la stanza. Opzione valida a meno che non si intenda rientrarvi entro brevissimo tempo: in quel caso può essere conveniente lasciarle accese in quanto il continuo accenderle e spegnerle può ridurne la durata. Utile sottolineare anche il fatto che è meglio evitare di utilizzare l’illuminazione elettrica qualora la luce esterna risulti comunque sufficiente.

Frigorifero

Scegliere un frigorifero ad alta efficienza e con tecnologia “no Frost” è senz’altro un buon punto di partenza. Altro aspetto da tenere in considerazione è la temperatura di cibi e bevande introdotti. Meglio evitare di inserire liquidi o alimenti ancora troppo caldi, che costringerebbero l’elettrodomestico a un super lavoro (con picco di consumi).

Altro consiglio utile è quello di evitare di aprire con troppa frequenza la porta del frigorifero, in quanto causerebbe un rialzo della temperatura interna e quindi un lavoro extra per l’elettrodomestico.

Forno elettrico

L’utilizzo del forno elettrico dovrebbe essere limitato alla sua modalità “ventilata”, così da permettere una cottura più veloce e a temperature inferiori. Entrambi questi fattori permetteranno un certo risparmio energetico e quindi minori costi in bolletta.

Lavatrice e lavastoviglie, risparmio energetico in casa

Passiamo ora all’utilizzo dei principali elettrodomestici utilizzati in casa. Come prima cosa ricordiamo che in generale uno dei modi migliori per assicurarsi consumi minori è quello di effettuare una regolare pulizia e manutenzione. Discorso valido anche per la lavatrice, di cui in particolare deve essere periodicamente controllato il filtro.

Il lavaggio del bucato è consigliato avvenga a pieno carico, così da ottimizzare la resa dell’apparecchio, evitando il prelavaggio. Se possibile, soprattutto nei mesi estivi, evitare di asciugare i panni con l’asciugatrice, ma lasciarli asciugare naturalmente all’aria.

Lavaggio a pieno carico che si rivela consigliato anche nel caso della lavastoviglie. Se sfruttato al massimo delle sue possibilità questo apparecchio consente di risparmiare tempo, elettricità e acqua. Non è solitamente necessario intervenire prima con un prelavaggio sotto l’acqua di rubinetto, che causerebbe solo uno spreco di risorse idriche.

Computer e televisore

Computer

Il computer è un altro apparecchio molto utilizzato in caso, così come il televisore. Per il primo sono ormai disponibili dispositivi sempre più performanti e con la possibilità di scegliere impostazioni di risparmio energetico molto efficaci.

Una buona soluzione per le tv e per gli altri apparecchi che si mantengono in modalità “stand-by” è quella di attaccarli non direttamente alla presa a parete, ma a una ciabatta, da spegnere quando gli elettrodomestici non vengono utilizzati.

Condizionatori

In estate l’utilizzo dei condizionatori contribuisce in maniera importante al consumo di elettricità. Opportuno anche in questo caso compiere una scelta oculata, optando per apparecchi adatti alle dimensioni delle stanze in cui andranno utilizzate. Non solo, anche la disponibilità di condizionatori con inverter favorirà un minore utilizzo di energia.

Da tenere a mente anche l’opportunità di impostare una temperatura interna alla casa che non si discosti oltre i 5 gradi da quella esterna; si otterrà un minore consumo di energia e un ridotto rischio di problematiche di salute (altresì indotte dall’ampio divario di temperatura con l’esterno).

Altro consiglio valido in estate è quello di chiudere persiane e serrande nelle ore più calde della giornata, soprattutto con sole diretto sulle finestre. Per areare la casa aprire le imposte dopo il tramonto o nelle ore serali.

Riscaldamento e risparmio energetico in casa

Arriviamo infine al capitolo riscaldamento. Per quanto alcuni elettrodomestici permettano di riscaldare la casa utilizzando l’elettricità, spesso è il gas l’energia più utilizzata a tale scopo. Chi vuole risparmiare anche su questo fronte, senza tuttavia modificare radicalmente le proprie abitudini potrà semplicemente impostare il termostato della caldaia un grado in meno rispetto al solito. Ciò dovrebbe assicurare un ampio risparmio energetico rispetto al solito, stimato al 6%.

Al contrario di quanto accade d’estate, d’inverno si consiglia di far areare la casa nelle ore più calde del giorno, chiudendo persiane e serrande durante la notte per ridurre al minimo la dispersione di calore.