Roma: entro quest’anno 300 nuove aree parcheggio per le bici

Praticare 150 minuti di attività fisica a settimana riduce i fattori di rischio derivanti da malattie cardiache, diabete e ictus. Per raggiungere questo obiettivo è necessario rendere l’attività fisica parte integrante della nostra vita quotidiana. Sono queste le indicazioni che l’Organizzazione Mondiale della Sanità raccomanda. Oggi anche il Governo e il Parlamento si schierano a difesa della mobilità ciclistica , grazie alla presentazione del testo che punta sulla condivisione della “Legge di Stabilità 2016, il Collegato Ambientale, la Legge Quadro sulla Ciclabilità e la Riforma del “Codice della Strada”. Entro quest’anno, infatti, a Roma saranno installate 300 nuove aree parcheggio presso scuole, uffici pubblici e stazioni metro, per un totale di 3.000 posti bici.

Ma è grazie al progetto PASTA (Physical Activity Through Sustainable Transport Approaches) che l’Agenzia di Roma Servizi per la Mobilità e Roma Capitale sostiene una mobilità attiva come termometro qualitativo della nostra salute. Il progetto Pasta è iniziato nel 2013 e vede coinvolte 7 città-studio come Roma, Barcellona, Anversa, Londra, Oerebro, Vienna e Zurigo. L’obiettivo dell’indagine è quello ottenere un campione rappresentativo per valutare le relazioni fra il modo di spostarsi e lo stato di salute fisica dei cittadini, l’esposizione all’inquinamento atmosferico e il rischio di infortuni stradali. “Una scelta non per appassionati, per ciclisti occasionali o della Domenica ma una scelta che diventi un mezzo di trasporto per il lavoro e per una vita sociale” dichiara il Ministro del Trasporti Graziano Del Rio.

Finora a Roma, a distanza di un anno e mezzo dal lancio del questionario-ricerca, i volontari sono stati 1,400 ma l’obiettivo è di raggiungere 2.000 adesioni entro ottobre 2017. Per partecipare andare sul sito http://survey.pastaproject.eu/roma, in palio 20 biciclette pieghevoli Tern Link D8.