Roma-Lido

Roma-Lido: partono i lavori ma chiudono le biglietterie

Non sono ancora finiti i disagi per i pendolari della Roma-Lido. Lo scorso 19 settembre sono partiti i lavori su questa infrastruttura con risultati positivi come l’ammodernamento di alcune stazioni della Roma-Lido e Roma Nord. Peccato che oltre a notizie buone, ne giungano altre negative.

Astral e Cotral hanno comunicato la chiusura di tutte le biglietterie sulle due ferrovie entro il mese di ottobre, come denunciano il Comitato Pendolari Roma Ostia ed il Comitato Pendolari Ferrovie Roma Nord. Prevista la chiusura delle biglietterie nella stazione di Porta San Paolo, Acilia, Stella Polare, Piazzale Flaminio e di Saxa Rubra (che è anche capolinea di bus Cotral). Si legge in una nota congiunta delle due associazioni:

La giustificazione non esiste, il danno per i viaggiatori invece sì. Siccome le due aziende sono moderne, i biglietti e gli abbonamenti si fanno solo on line oppure dal tabaccaio convenzionato. Ci fa piacere che si potenzino strumenti informatici e si guardi al futuro, ma non si possono ignorare ampie fette di viaggiatori che a tutt’oggi si recano in biglietteria per rinnovare l’abbonamento.

Ferrovie a Roma: i primi disagi

Come già detto, la chiusura delle biglietterie non riguarda solo la Roma-Lido ma anche la ferrovia Roma Nord. Già da venerdì 30 settembre è stata chiusa al pubblico la biglietteria di Saxa Rubra. Uno snodo importante in cui troviamo i treni della tratta Roma-Civita Castellana-Viterbo, i bus di Cotral e altrettante linee Atac.

In questo modo si punta all’acquisto dei biglietti online, tuttavia non tutti gli utenti hanno a disposizione i mezzi necessari per comprare ticket in maniera digitale. Continuano i due comitati dei pendolari:

Come si fa a prendere una decisione così drastica senza avere contezza del problema? Come si fa a non capire che così si arreca un disagio a tutti quei pendolari (e secondo noi sono la maggioranza) che non usano l’app o che non hanno un tabaccaio convenzionato vicino casa o vicino alla stazione? Questo è il nuovo che avanza sulle ferrovie ex concesse. I disagi sono destinati a non finire mai.