Premio Impatto Salone CSR

Sostenibilità: i progetti vincitori al Salone della CSR e dell’Innovazione sociale

Il Salone della CSR e dell’Innovazione sociale, l’evento principale in Italia legato alla sostenibilità, ha assegnato sei riconoscimenti nell’ambito del “Premio Impatto”.

L’iniziativa ha premiato le organizzazioni capaci di misurare e valutare l’impatto ambientale e sociale generato da progetti che contribuiscono concretamente allo sviluppo sostenibile.

Salone della CSR: il Premio Impatto, i progetti vincitori

Al Salone della CSR e dell’Innovazione sono tre le realtà no profit alle quali è stato assegnato il premio:

  1. la sezione di Bologna dell’AIL – Associazione italiana contro le leucemie- linfomi e mieloma. Ha messo a punto uno studio di valutazione di impatto sociale che analizza e concretizza il valore sociale ed economico generato da tre importanti servizi di assistenza: Assistenza Domiciliare Ematologica, Casa AIL e il servizio navetta;
  2. Fondazione Banco Alimentare ha realizzato una valutazione di impatto delle attività basata su un sistema di monitoraggio costituito da un set di indicatori relativi sia alla dimensione sociale che a quella ambientale; con il coinvolgimento ampio e strutturato dei suoi stakeholder chiave;
  3. Fondazione di Comunità di Messina ha realizzato la valutazione del progetto Capacity, per promuovere processi di rigenerazione urbana nella parte sud est della città di Messina; ma anche per creare nuove opportunità in ambito abitativo, lavorativo e sociale.

Le organizzazioni “profit” premiate sono invece:

  1. Jointly  ha presentato la valutazione d’impatto di un programma, Professione Genitori, offerto alle aziende che intendono supportare i propri dipendenti nel loro ruolo genitoriale, anche su temi critici come l’uso del digitale o la scelta del percorso scolastico;
  2. Lendlease premiata per la capacità di misurare i risulti ottenuti del progetto Programma 2121, finalizzato a valorizzare l’inclusione sociale dei detenuti presenti nel sistema carcerario lombardo attraverso la promozione di tirocini retribuiti in ambienti “non protetti”;
  3. Conceria Nuvolari ha sviluppato con il supporto del Politecnico di Milano, un’analisi LCA rispondente all’impostazione europea dell’impronta ecologica di prodotto (PEF), per misurare gli impatti generati dalla lavorazione delle pelli e con la finalità di compensare le emissioni.