Salvamare

Progetto Salvamare, la plastica diventa costumi da bagno

Avete sentito parlare di Salvamare? In occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, che è andata in scena l’8 giugno, Corona ha deciso di lanciare questa iniziativa che trasforma la plastica raccolta nelle acque in veri e propri costumi da bagno. Il tutto è stato presentato a Santa Margherita Ligure (Genova) attraverso una installazione dal titolo “Immagina un mondo senza plastica nel mare”.

Solo qualche settimana fa il Governo ha approvato la legge Salvamare, che permette ai pescatori di portare sulla terraferma la plastica che trovano in mare senza pagare alcuna tassa. Si tratta di una rivoluzione per quanto riguarda la salvaguardia dell’ambiente. Per questo motivo Corona ha deciso di fare una partnership con Ogyre per aiutare i pescatori in questione e trasformare la plastica pescata in costumi da bagno. Ricordiamo che Ogyre è una startup B Corp che ha lo scopo di salvaguardare le nostre acque.

Salvamare

Salvamare: il progetto di Corona

Ci sarà una capsule collection Salvamare con indumenti per il beachwear, ma anche borse di tela in edizione limitata. Attraverso l’acquisto di questa collezione ognuno di noi può aiutare la causa ambientale. Così Corona conferma la sua attenzione al green grazie a questi prodotti plastic positive. Solo qualche giorno fa, infatti, vi abbiamo parlato di un’altra iniziativa del brand, ma in questo caso a Milano: stiamo parlando dell’istallazione green Natura Urbana, nata in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente.

Per me il mare è la vita, abbiamo imparato a rispettarlo, giorno dopo giorno […] Il mare è il sangue che ho nelle vene. La barca è come se fosse una persone di famiglia“, dichiarano alcuni pescatori nel video promozione che trovate qui di seguito.

Ad oggi Corona ha realizzato più di 1.400 azioni di pulizia, riuscendo a raggruppare oltre 68mila volontari per la raccolta di rifiuti nelle spiagge di tutto il mondo.