San Lazzaro: inaugura la Bicipolitana che attraversa il comune

San Lazzaro: inaugura la Bicipolitana che attraversa il comune

Venerdì 24 settembre alle ore 18:00 a San Lazzaro di Savena verrà inaugurato il tratto della Linea 1 della Bicipolitana che attraversa il comune di San Lazzaro. Sono così terminati i lavori sui circa tre chilometri di percorsi dedicati alla mobilità su due ruote, che uniscono il capoluogo alla frazione di Idice.

“Il percorso – si legge in una nota dell’amministrazione, come riporta BolognaToday – è stato realizzato utilizzando le cosiddette “corsie ciclabili”, opportunità recentemente introdotta nella normativa italiana. Per tutelare e accompagnare ciclisti e automobilisti l’amministrazione comunale ha inoltre scelto di colorare di rosso tutte le corsie, e proteggere gli attraversamenti di tre rotatorie: in questo modo l’intero percorso, oltre a essere molto visibile, è anche più sicuro”.

Ultime news

Ricordiamo che la Bicipolitana è la prima rete ciclabile metropolitana che, a partire dal capoluogo emiliano, collega tutti i principali centri abitati, poli produttivi e funzionali del territorio metropolitano.

Sabato 19 giugno c’è stata invece l’inaugurazione del sistema di piste ciclopedonali della Reno Galliera, ovvero la linea 6 che porta dal centro della città a Galliera e alle relative trasversali. Hanno presenziato all’evento il sindaco metropolitano Virginio Merola, l’assessora regionale Irene Priolo, il presidente dell’Unione Reno Galliera Claudio Pezzoli, il consigliere metropolitano alla Mobilità Sostenibile Marco Monesi, il vicepresidente del Museo Ferruccio Lamborghini Ferruccio Lamborghini, i sindaci degli 8 Comuni dell’Unione Reno Galliera e il recente vincitore di tappa al Giro d’Italia Lorenzo Fortunato.

Infine sabato 11 settembre è stata inaugurata la nuova ciclovia della Bicipolitana di Bologna che unisce la stazione SFM di Ozzano dell’Emilia e l’abitato della frazione di Ponte Rizzoli. Il percorso, illuminato a led, è stato creato in parte in sede propria e in parte usando la viabilità secondaria di Via Marconi. È un collegamento che è utile a diverse tipologie di persone: studenti, ciclisti e camminatori, lavoratori e residenti della frazione grazie anche all’opportunità di offerta con l’intermodalità dal Servizio Ferroviario Metropolitano.