biodiversità

SapienzAmbiente: la biodiversità in Costituzione, se ne parla l’8 giugno

In occasione della Giornata mondiale dell’ambiente, la Sapienza di Roma per l’8 giugno ha organizzato un evento per celebrare l’inserimento della tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi tra i principi fondamentali della Costituzione italiana. Si farà il punto sul tema della conoscenza scientifica come base per realizzare il PNRR e, in particolare, la transizione ecologica.

Si moltiplicano infatti sempre di più nelle università corsi di laurea, dottorati e borse di ricerca focalizzate sulle tematiche ambientali. Il ministero ne ha contate di recente oltre 160 e spesso sono caratterizzate da un approccio trasversale. Negli studi della sostenibilità ambientale, infatti, si punta sempre di più all’unione di discipline diverse.

Celebriamo la biodiversità: la dichiarazione della rettrice Polimeni e i relatori

“Per l’affermazione di un principio diffuso di tutela dell’ambiente, della biodiversità e degli ecosistemi – ha dichiarato la rettrice Antonella Polimeni nell’annunciare l’iniziativa – occorre che tutte le istituzioni diano il proprio contributo per una società sostenibile, ovvero una società che vive con cura l’ambiente e le persone, anche nell’interessa delle generazioni future. Oggi il paradigma ecologico – ha proseguito la Rettrice – è diventato il principio base attraverso cui leggere la nostra realtà e per questo l’università deve offrire modelli ed esempi da seguire. La giornata è, quindi, un’occasione per raccontare quello che sta facendo Sapienza in questa direzione, ma soprattutto per affermare l’importanza della sfida rappresentata dalla transizione ecologica, sfida che il nostro Ateneo sta affrontando con un approccio transdisciplinare nelle attività didattiche, di ricerca e di terza missione”.

All’incontro prenderanno parte anche la presidente del CNR Maria Chiara Carrozza e la ministra dell’Università e della Ricerca Maria Cristina Messa. Proprio quest’ultima ha di recente sottolineato come la soluzione di problemi complessi, come quella del cambiamento climatico, passi attraverso un dialogo molto più stretto fra le varie discipline.

L’ateneo romano si misura sul tema della transizione ecologica con azioni concrete

I lavori della giornata riguarderanno il contributo di Sapienza alle conoscenze su biodiversità e ambiente e alla sostenibilità in termini di ricerca e di formazione, nonché l’impegno e l’operatività di grandi stakeholder nei confronti della valorizzazione delle conoscenze scientifiche in campo ambientale. L’ateneo romano si sta misurando sul tema della transizione ecologica con azioni concrete, in linea con le Strategie europee per la biodiversità e del Farm to Fork.

di Elena Sofia Midena