SEACAP 4 SDG: Anea unico partner italiano del progetto per edifici green

SEACAP 4 SDG: Anea unico partner italiano del progetto per edifici green

Il progetto SEACAP 4 SDG sul tema dell’efficienza energetica negli edifici del bacino del Mediterraneo ha al suo interno associazione di altri otto Paesi dell’area europea, africana e mediorientale, ma un sol partner italiano: l’Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (ANEA).

L’iniziativa europea SEACAP 4 SDG è ufficialmente cominciata nei giorni scorsi e nell’ambito del bando di capitalizzazione del programma ENI CBCMED, a partire dal 2022, 9 partner che arrivano da Italia, Egitto, Giordania, Grecia, Francia, Libano, Spagna e Tunisia hanno fatto una collaborazione per cercare soluzioni e strumenti innovativi per diminuire il consumo energetico negli edifici pubblici grazie a progetti economicamente vantaggiosi per la riqualificazione energetica.

Come funziona SEACAP 4 SDG

Il progetto SEACAP 4 SDG opererà sui risultati delle 14 iniziative già finanziate, trovando le caratteristiche da trasferire e le conoscenze acquisite per aumentare i risultati della riqualificazione energetica di edifici nel bacino del Mediterraneo. Il tutto verrà implementato in 9 città del Mediterraneo (scelte attraverso una Manifestazione di Interesse, che verrà lanciata il prossimo marzo) che, grazie al rafforzamento delle opportunità e con attività di formazione, saranno portati verso un futuro migliore.

Questa iniziativa durerà 18 mesi con un budget totale di 1 milione di euro e sarà coordinato da Euromed Cities Network/Nice Côte d’Azur Metropolis (Francia). Il team di partnership è composto da:

  • l’ accademia araba per la scienza, la tecnologia e il trasporto marittimo (AASTMT) – Egitto;
  • Università di Patrasso – Grecia; Agenzia Napoletana Energia e Ambiente (ANEA) – Italia;
  • Società scientifica Reale – Centro nazionale di ricerca sull’energia (NERC) – Giordania;
  • Centro libanese per il risparmio energetico (LCEC) – Libano;
  • Istituto di Ricerca sull’Energia della Catalunya (IREC) – Spagna;
  • Istituto Valenciano per l’Edificazione (IVE) – Spagna;
  • Centro Mediterraneo sulle Energie Rinnovabili (MEDREC) – Tunis