rifiuti urbani

Riciclare e riutilizzare gli oggetti nel modo giusto, la campagna a Firenze dal 19 al 26 novembre

Al via a Firenze la Settimana Europea Riduzione Rifiuti, dedicata alla sostenibilità e alla corretta gestione degli scarti. Un’iniziativa voluta dal Comune ma che si realizza grazie al sostegno e all’impegno concreto di molte associazioni di volontari che aderiscono al network dell’Ufficio Sostenibilità del Comune di Firenze, alle organizzazioni firmatarie del Patto per l’economia circolare e alle partecipate Alia e Publiacqua.

Dal 19 al 26 novembre 2022, un calendario di eventi diffusi tra laboratori per imparare a recuperare correttamente oggetti di materiale diverso, workshop e presentazione di libri. Ma vediamo di seguito tutti gli appuntamenti che puntano a sensibilizzare i cittadini su un tema così attuale come il giusto smaltimento e riutilizzo dei rifiuti, per una nuova economia civile, sociale e solidale.

Cos’è la Settimana Europea Riduzione Rifiuti

La SERR è un’articolata campagna di comunicazione ambientale che intende promuovere tra i cittadini una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotte e sulla necessità di ridurli drasticamente a monte. Nata all’interno del Programma LIFE+ della Commissione Europea, questa iniziativa si rivolge principalmente a tutti i cittadini, ai consumatori e alle istituzioni.

Mettere in atto i comportamenti giusti, come differenziare i rifiuti correttamente, è il primo passo da compiere per contribuire ad avere città sempre più sostenibili.

Gli eventi a Firenze della Settimana Europea Riduzione Rifiuti

Firenze è pronta per coinvolgere cittadini ed istituzioni e aumentare così la consapevolezza su quanto sia importante contribuire, in prima persona, a ridurrei i rifiuti urbani che inquinano l’ambiente. Tra gli eventi green diffusi in diversi spazi di Firenze segnaliamo:

  • laboratori diffusi di recupero, riuso e produzione;
  • presentazioni di esperienze;
  • workshop;
  • presentazioni di libri;
  • progetti e idee per non buttare via e sprecare oggetti e cibo.

“Restart party” è l’appuntamento da non perdere, per imparare come riparare piccoli oggetti elettronici, invece di buttarli. Il progetto “I was a Sari” invece vuole spiegare come la moda può diventare sostenibile, evitando sprechi e promuovendo i diritti dei lavoratori.