Smart City Exhibition: dal 22 al 24 ottobre a Bologna

sceLe città occupano il 2% della superficie terrestre, ma ospitano il 50% della popolazione mondiale e consumano il 75% dell’energia, emettendo l’80% della quantità complessiva di anidride carbonica. E’ evidente che l’urbanizzazione richieda nuovi modelli e programmi, compatibili con uno sviluppo sostenibile delle attività produttive. La sfida si chiama smart city, città intelligente, ovvero in grado di sfruttare l’innovazione tecnologica per migliorare la qualità della vita delle persone e riequilibrare il rapporto fra l’uomo e l’ambiente.

Se ne parlerà a Smart City Exhibition, in programma alla Fiera di Bologna dal 22 al 24 ottobre, in contemporanea con il Saie – Salone dell’Edilizia Urbana. La manifestazione focalizza quest’anno l’attenzione sulla governance e sulle politiche dedicate alle città intelligenti, proponendo momenti di sensibilizzazione e di formazione sul tema dell’innovazione urbana, individuando e divulgando le migliori esperienze italiane e internazionali, e soprattutto identificando i modelli replicabili.

“I tempi sono maturi per trasformare le idee, i progetti e le singole iniziative che si sono alternate in questi anni, in politiche organiche e concrete di trasformazione e di gestione del territorio”, ha spiegato Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FORUM PA e di Smart City Exhibition. “In un contesto in cui il tema delle Smart City è posto al centro delle politiche europee e italiane per lo sviluppo economico e sociale, l’innovazione urbana rappresenta una grande opportunità da cogliere: una sfida che non si può perdere”.

SCE2014 tratterà i temi chiave per la costruzione delle città del futuro: dal rilancio dell’economia territoriale alla sostenibilità ambientale, dalla mobilità intelligente alle nuove tecnologie per l’analisi, la comprensione e la valorizzazione dei flussi di informazioni, con una particolare attenzione alle persone e al nuovo welfare.

Si conferma anche per il 2014 la sinergia con il contemporaneo SAIE – 50° Salone dell’Innovazione Edilizia – grazie al Forum comune “Costruiamo le città del futuro”: sei grandi eventi di scenario che vedranno ministri, ospiti internazionali e massimi esperti del settore confrontarsi sulle tematiche legate all’edilizia intelligente, alla pianificazione urbana, alla digitalizzazione dei territori, alla riqualificazione degli edifici e, infine, alla semplificazione amministrativa e al riassetto della governance territoriale. A questi, si aggiungeranno convegni (dedicati alle diverse tematiche legate alla smart city) e workshop che, grazie alla formula dei laboratori/tavoli di lavoro riservati ad un ristretto numero di partecipanti, rappresentano anche quest’anno un’importante occasione per il networking e la condivisione di best practice.

Confermata la partecipazione e il ruolo attivo dei partner che supportano la manifestazione e contribuiscono ad arricchirla di contenuti. L’ANCI – Associazione Nazionale dei Comuni Italiani, con l’Osservatorio Nazionale Smart City, rinnoverà l’impegno a individuare modelli replicabili e scalabili per i Comuni italiani che vogliono intraprendere il percorso per diventare città intelligenti. Il CNR tornerà a far ‘toccare con mano’ i prodotti per le smart city elaborati nei propri Dipartimenti, per creare città più sostenibili e sicure. L’ISTAT metterà in evidenza come i nuovi dati siano un bene a disposizione della collettività nell’ottica di costruire conoscenza utile a tutti.

Anche per questa edizione sarà presentato il Rapporto annuale iCity Rate, che traccia la classifica aggiornata dei capoluoghi di provincia smart. Realizzato da FORUM PA – con i contributi teorici di Unioncamere, Istat, ANCI, Openpolis e ActionAID – l’analisi prevede per questa edizione una maggiore attenzione agli aspetti qualitativi e descrittivi, oltre che numerici. Il monitoraggio di iCity Rate, anche quest’anno, sarà messo a disposizione delle città italiane e di tutti quegli attori interessati a migliorare la qualità degli insediamenti urbani.

Durante la terza edizione di Smart City Exhibition, saranno inoltre presentati i risultati del bando “Tecnologie e politiche per le smart city e le smart community in ottica di genere” promosso da FORUM PA, Wister e futuro@lfemminile, in collaborazione con ASUS e Microsoft. Una raccolta delle esperienze più interessanti di uso delle tecnologie per una governance territoriale inclusiva ed attenta alle pari opportunità. Si presenteranno e premieranno a Bologna le best practice volte a migliorare la qualità della vita delle donne nell’ambito urbano e a favorirne la partecipazione alla vita sociale e politica delle comunità locali.

Lo Sharing Lab dell’Osservatorio Nazionale Smart City – ANCI tornerà a promuovere tavoli di confronto tra città, finalizzato allo scambio di esperienze e soluzioni concrete per lo sviluppo di città intelligenti. Con l’approccio della sharing economy, le città che hanno sperimentato nei propri territori soluzioni innovative ai problemi emergenti, si mettono a disposizione dei Comuni che si apprestano ad avviare progettualità in diversi ambiti.

Smart City Exhibition 2013 ha visto la partecipazione di quasi 6 mila visitatori, più di 125 città, di cui il 20% straniere, oltre 100 investitori, 500 relatori nazionali ed internazionali. Oltre 5mila sono stati i visitatori unici che hanno seguito gli eventi in diretta streaming sul canale www.innovatv.it. A Smart City Exhibition si riuniscono i vertici politici e amministrativi delle città, i più autorevoli studiosi italiani ed europei, i visionari più innovativi e le più avanzate realtà del vivere urbano intelligente: l’intera rete di clienti e fornitori qualificati della filiera dell’innovazione urbana.

Programma
Iscrizione gratuita
Per informazioni: tel. 06/684251, info@smartcityexhibition.it