auto

Stop ai veicoli diesel Euro 5 a Firenze, il divieto da marzo 2023

A Firenze a partire dal 1 marzo 2023 scatterà il divieto di circolazione dei veicoli diesel euro 5 su gran parte dei viali di circonvallazione. La decisione arriva da una delibera della giunta regionale, accolta con pare favorevole dalla commissione ambiente dell’assemblea legislativa della Toscana.

Con questa decisione la Regione decide di anticipare di due anni le limitazioni nelle aree non in regola con i valori di biossido. Vediamo allora quali sono i motivi che hanno portato all’anticipo al 2023 (anziché il 2025) delle limitazioni alla circolazione a Firenze dei veicoli diesel euro 5.

Firenze, divieto di circolazione diesel Euro 5 dal 2023

A partire da marzo 2023 i veicoli diesel Euro 5 non potranno più circolare a Firenze. Una misura che doveva scattare a novembre 2025, ma che invece è stata anticipata su decisione della Regione, dopo che lo scorso maggio la Corte di giustizia dell’Unione Europea ha contestato a Firenze il mancato rispetto del valore limite di biossido di azoto. Come si apprende da una nota della Regione Toscana:

I superamenti di biossido di azoto continuano a essere costanti nella stazione di rilevamento Firenze-Gramsci e rispecchiano una situazione deteriorata lungo i viali di circonvallazione che dalle porte medievali di ingresso alla città si muovono in direzione di Arezzo, ovvero piazza beccaria, e verso prato, vale a dire Porta a Prato.

Alcuni divieti per gli euro 4 erano già stati applicati in alcune zone di Firenze, già da marzo dell’anno scorso. A preoccupare è infatti il traffico dei veicoli più inquinanti euro 3, 4 e 5 che di fatto risultano le principali fonti di emissione.

Il nuovo divieto che scatterà il prossimo mese di marzo per i veicolo diesel Euro 5, sarà introdotto da una campagna di comunicazione del Comune di Firenze. A questa si affiancherà anche un programma di incentivi da 3,5 milioni per la sostituzione dei veicoli inquinanti con mezzi a basso impatto ambientale.