Storytelling nell’oltre Aniene: una giornata di confronto tra sociologi, urbanisti e attivisti

Storytelling nell’oltre Aniene: una giornata di confronto tra sociologi, urbanisti e attivisti

Continua Storytelling nell’oltre Aniene, un racconto corale creato dall’Associazione Riverrun Hub insieme agli abitanti del Tufello per dare vita alla quarta guida della collana Nonturismo, edita da ediciclo. In questo secondo anno si lavorerà, con i 20 soggetti locali della rete, sulla mappatura delle “emergenze” nel quartiere, ossia gli aspetti più difficili della vita del Tufello, ma anche le “pratiche emergenti” in giro per il Bel Paese in risposta a quegli stessi problemi.

L’ultimo incontro

La giornata di venerdì 29 ottobre 2021 è stata dedicata ad uno spazio di confronto con l’incontro “I dialoghi della creanza: ha ancora senso la parola comunità?” presso i locali del C.S. Brancaleone, nella Capitale. Dopo una breve introduzione del lavoro in cui Lorenzo Mori (Riverrun Hub) ha raccontato lo stato dell’arte dei lavori di questa seconda annualità, ha parlato Claudio Cippitelli (fondatore di Parsec), sul perché non si possa oggi più parlare di comunità.

Successivamente, Guido Caldiron, giornalista del Manifesto e studioso delle nuove destre europee, ha fatto un piccolo excursus sulle destre storiche; Manuela Porto, portavoce della comunità multietnica che abita l’ex-caserma di Ostiense, ha parlato di come da una necessità collettiva di casa sia nata un’esperienza che lei definisce un “aggregato di disperati uniti dal bisogno”; l’urbanista Chiara Belingardi, esperta di commons e attivista transfemminista, ha posto l’attenzione sulla Città Eterna e sui beni comuni.

E ancora Maria Coletti, presidente associazione genitori della Scuola Pisacane di Roma, ha poi parlato di “comunità educante e responsabilità collettiva”; Alessandra Magrini, autrice e attrice, ha letto alcuni estratti da “Furore” di John Steinbeck; la community manager Silvia Dipassio ha portato la sua esperienza di vita nei piccoli paesi sardi con meno di 5000 persone; Leandro Stefanìa, giovane avvocato e attivista del Lab! Puzzle – Bene Comune ha parlato di come funziona lo spazio sociale mutualistico romano che ha al suo interno anche “DarBazar”; per concludere Valerio Renzi, giornalista Fanpage e membro di Astra, ha parlato dell’evoluzione dell’attivismo giovanile.

Per info e prenotazioni: lorenzomori@riverrun.it – +39 3470574658