Tea tree oil olio di melaleuca

Tea tree oil: proprietà, come usarlo e controindicazioni

Il tea tree oil o olio essenziale di melaleuca è un rimedio naturale sempre più utilizzato. Dotato di proprietà naturali molto apprezzate, il tea tree oil presenta tuttavia alcune controindicazioni che è bene conoscere. Utile anche valutare bene quando e come usarlo, così da massimizzarne gli effetti benefici.

Si tratta di un rimedio naturale piuttosto utile e versatile. Malgrado il suo nome richiami in un certo qual modo la popolare bevanda, il tea tree oil presenta caratteristiche e origini differenti.

Olio di melaleuca: cos’è

Partiamo innanzitutto da quelle che sono le origini di questo rimedio, che nulla a che spartire con la Camellia Sinensis da cui vengono ricavate le foglie di . Il tea tree oil o “albero del tè” si ottiene dalla Melaleuca alternifolia, tanto che può essere definito anche olio di melaleuca.

Tale pianta appartiene alla famiglia delle Myrtaceae. Trova le sue origini in Australia, negli attuali stati federati del Nuovo Galles del Sud e del Queensland. L’estrazione dell’olio di melaleuca avviene dalle sue foglie, il cui verde scuro e intenso contrasta con un fusto piuttosto chiaro.

L’elemento principale di questo olio essenziale è il terpinen-4-olo, un alcool naturale monoterpenico che ne rappresenta circa il 45% del totale. La lista delle componenti primarie prosegue con il γ-terpinene (15%), l’α -terpinene (8%), l’1,8-cineolo (tra il 5 e il 6%) e l’α -terpineolo (5% circa). Completano l’elenco l’α-pinene, p-cimolo, il terpinolene e il viridiflorene.

Tea tree oil: proprietà

Tea tree, Melaleuca alternifolia

Veniamo ora alle proprietà benefiche del tea tree oil. Si tratta di azioni antimicotiche o antifungine, antibatteriche e in generale antimicrobiche. Non ultime vengono associate a questo rimedio naturale anche proprietà antiparassitarie.

Sul fronte dell’azione antibatterica troviamo questo rimedio efficace soprattutto contro l’Escherichia Coli, l’Enterococcus Faecalis, lo Staphylococcus Aureus, Streptococcus Pyogenes e la Moraxella Catarrhalis.

L’attività antimicotica permette di utilizzare questo prodotto, su unghie e pelle, sia nel trattamento dei funghi che dei lieviti. Un esempio è l’azione di contrasto alla Candida Albicans, Malassezia Furfur, al Microsporum Canis e al Trichophyron Rubrum.

Non ultima la possibilità di utilizzare questo rimedio naturale nel trattamento di alcune infiammazioni. In particolare si parla degli stati infiammatori cutanei causati da alti livelli di istamina, tipici delle allergie. Lato antiparassitari si rivela molto utile nel contrastare i pidocchi, sia in forma adulta che in quella di uova.

Tea tree oil contro Acne e brufoli

L’acne è tra più popolari utilizzi dell’olio dell’albero del tè. Agisce in modo efficace contro l’acne vulgaris in forma lieve o moderata, come dimostrato da vari studi. Secondo quanto emerso l’azione del tea tree oil risulta leggermente meno intensa di quella del perossido di benzoile, a fronte però di un minori numero di effetti collaterali.

Per quanto riguarda invece i brufoli e foruncoli, l’olio di melaleuca può essere applicato su ciascun elemento per ottenere un rapido miglioramento della condizione. Basterà una goccia per ciascun punto da trattare.

Candida: benefici del tea tree oil

Tra i benefici di questo olio essenziale figura anche il trattamento della già citata Candida Albicans, causa di infezioni vaginali. Si consiglia tuttavia prudenza riguardo la preparazione di rimedi fai da te, preferendo affidarsi a formulazioni già pronte. In ogni caso consultare il proprio medico prima di procedere con i lavaggi.

Altri benefici

L’impiego di questo rimedio naturale è consigliato anche nel trattamento di alcuni altri problemi, come ad esempio le punture d’insetto. Come accade nel caso delle allergie, l’olio di melaleuca contrastare l’infiammazione cutanea e la sensazione di prurito.

Aggiungendo qualche goccio di olio essenziale ai suffumigi si rivela efficace contro patologie respiratorie come sinusite, bronchite e altre malattie da raffreddamento. Se utilizzato per degli sciacqui può risultare d’aiuto anche nel contrastare le gengiviti.

Come usarlo

Olio essenziale

Quando si parla di come usare il tea tree oil è necessario innanzitutto sottolineare che si tratta di un rimedio a uso esterno. Fortemente sconsigliata l’assunzione di questo rimedio per via orale. Eventuali eccezioni possono essere stabilite soltanto dal proprio medico curante.

Come usare il tea tree oil sulla pelle?

Una delle indicazioni più comuni relativamente a come usare il tea tree oil sulla pelle è quella di diluirlo leggermente. Basterà inumidire leggermente un dischetto di cotone con un olio vegetale, come quello d’oliva, e aggiungere alcune gocce di olio di melaleuca. Strofinare delicatamente sulla cute laddove necessario.

Come usare il tea tree oil sulle unghie?

Allo stesso modo, con un dischetto di cotone imbevuto, il tea tree oil può essere utilizzato nel trattamento della micosi alle unghie (onicomicosi). In alternativa l’olio di melaleuca può essere integrato in un unguento, da applicare sull’unghia, composto da argilla verde ventilata, aceto bianco e olio extravergine d’oliva.

Dove si compra e prezzo

L’olio di melaleuca o tea tree oil può essere acquistato in vari punti vendita, anche online. Tra questi figurano erboristerie, farmacie e parafarmacie. Si consiglia di affidarsi a rivenditori autorizzati e di attenersi a quanto previsto dai foglietti illustrativi (a meno di diverse indicazione del proprio medico curante). Il suo prezzo può variare, in base anche alla quantità, da circa 5 a 15-19 euro.

Tea tree oil: controindicazioni

L’utilizzo del tea tree oil è generalmente sicuro, ma non è esente da possibili controindicazioni. Innanzitutto si parla di sensibilità ad alcuni dei componenti noti del rimedio naturale. A questa si aggiunge la controindicazione relativa all’uso su pelli eczematose.

Esistono inoltre alcuni effetti collaterali imprevisti che possono sfociare in dermatiti da contatto. In tal caso sospendere immediatamente l’utilizzo e contattare il proprio medico curante.

L’assunzione per via orale può portare a una sintomatologia anche grave. Sono compresi tra i sintomi l’atassia (con possibile compromissione della coordinazione motoria), la difficoltà a deambulare e la confusione mentale. In alcuni casi la condizione può peggiorare fino ad arrivare al coma. Qualora si verificasse un’ingestione accidentale consultare subito il medico e se necessario recarsi con urgenza al più vicino Pronto Soccorso.