rifiuti termovalorizzatore

Termovalorizzatore di Roma: Ama compra terreni a Santa Palomba

Mentre continuano i problemi dei rifiuti a Roma, arrivano novità per quanto riguarda il tanto discusso termovalorizzatore. Martedì 18 ottobre, infatti, il cda di Ama ha approvato l’acquisizione del terreno di circa 10 mila metri quadrati a Santa Palomba, al confine con Pomezia e Albano Laziale.

Dopo quanto accaduto con l’incendio a Malagrotta, è necessario trovare una alternativa valida anche in maniera rapida. Basti pensare che al momento la discarica di Albano riceve i rifiuti della Capitale per un totale di circa mille tonnellate ogni giorno. Non ci stupiamo affatto che proprio in questi giorni la raccolta differenziata al centro della città sia letteralmente in tilt con prelievo a singhiozzo.

Termovalorizzatore di Roma: i lavori

Il termovalorizzatore sarà pubblico, come ha specificato il sindaco Roberto Gualtieri, ed è previsto un ritorno di risorse per la Capitale, come chiarito dall’assessora Sabrina Alfonsi. Ricordiamo che attualmente in Italia sono 37 i termovalorizzatori e quasi tutti si trovano al Nord (di cui 17 in Lombardia e 7 in Emilia-Romagna). L’ultimo è stato inaugurato precisamente 10 anni fa e si tratta di Iren Torino. Riuscirà ad arrivare quello di Roma entro il 2023?

In realtà entro la metà dell’anno prossimo dovrebbero solo iniziare i lavori, per poi far partire tutto entro il Giubileo del 2025. Sempre che non ci siano ancora proteste in questi mesi. Lo scorso 11 luglio 2022 la Camera ha approvato il DL Aiuti con 266 voti a favore e 47 contrari, facendo così diventare Gualtieri commissario straordinario per i rifiuti della città.

Il Movimento Cinque Stelle non aveva votato per protesta mentre il parere contrario, nei confronti del termovalorizzatore romano, lo aveva espresso precedentemente. Secondo il capogruppo del partito nel DL aiuti sono presenti misure fondamentali per aiutare imprese e famiglie, tuttavia non c’è niente che faccia riferimento all’impianto di smaltimento capitolino. Proseguiranno le critiche oppure non ci saranno ulteriori problemi?