Tetra Pak si impegna per raggiungere il 100% di energia rinnovabile

Charles Brand, Vice Presidente Esecutivo Product Management & Commercial Operations di Tetra Pak, leader nel trattamento e il confezionamento di alimenti e bevande – ha dichiarato: “Firmare per RE100 riflette il nostro impegno continuo per ridurre al minimo il nostro impatto sul clima e aumentare l’impiego di risorse rinnovabili”.

Un obiettivo ambizioso per garantire che le emissioni di carbonio lungo tutta la catena del valore siano mantenute ai livelli del 2010 fino a tutto il 2020. Nel 2015 le emissioni sono diminuite del 15% rispetto al 2010, nonostante un aumento del 16% della produzione.

Da quando abbiamo fissato il nostro obiettivo sul clima, abbiamo massimizzato i nostri sforzi per ridurre il consumo energetico; impegnarsi per un target di energia elettrica da fonti rinnovabili è il naturale passo successivo – afferma Brand – Con l’adesione a RE100 potremo contare sulla guida di esperti e sullo scambio di buone pratiche riguardo alle opzioni di energia elettrica rinnovabile nei diversi mercati”.

Mark Kenber, CEO di The Climate Group, durante il forum ha detto: “La spinta della domanda che viene dalle imprese è importante quanto le politiche di sostegno dei governi; azioni forti da parte delle aziende, delle città e dei governi inviano un segnale forte del mercato e contribuiscono a raggiungere con maggiore rapidità l’obiettivo di mantenere il riscaldamento globale al di sotto dei due gradi.

Il Clean Energy Ministerial sta puntando i riflettori su RE100 come modello di buone pratiche per incoraggiare il passaggio a energie rinnovabili, e la leadership di imprese influenti – come Tetra Pak, che oggi aderisce a RE100 – mostra che il business case per il 100% di energie rinnovabili è più solido che mai”.

RE100 è un’iniziativa di business collaborativo globale condotta da The Climate Group, in partnership con CDP, per incrementare la domanda e la disponibilità di energia rinnovabile.

La decisione di Tetra Pak di aderire a RE100 ancora una volta sottolinea il suo impegno per affrontare il cambiamento climatico, e arriva appena sei mesi dopo che la società ha firmato il Pledge for Action durante il COP21 di Parigi.